Categorie
Cloud Computing

Il data center di Apple sarà dedicato al cloud computing

Quali servizi Apple pronti per la cloud?

Quali servizi Apple sono pronti per la cloud?

Quali sono i servizi che Apple necessita di portare nella cloud? MobileMe è il nome più facile da ricordare, la compagnia ha avuto un inizio burrascoso, ma il servizio sembra essere stabile ora, si pensa perciò ad un suo miglioramento in un ambiente predisposto. Apple potrebbe pensare di includere un abbonamento con le licenze del suo Mac OS X, e a questo punto la diffusione del servizio sarebbe notevolmente superiore.

Sul fronte di iTunes, non bisogna dimenticare che lo store è uno dei primi al mondo per numero di download, probabilmente l’espansione dello stesso richiede risorse che Apple non può garantire nelle attuali strutture. Apple Store è direttamente collegato, le applicazioni per iPhone continuano ad aumentare di numero (siamo a 70.000 circa) e un servizio affidabile è il minimo indispensabile per garantire il continuo successo di questo modello di business.

Non si sa quali possano essere gli altri servizi che Apple ha intenzione di lanciare o per i quali siano necessari data center di queste dimensioni: è probabile che a Cupertino stiano pensando a nuovi servizi al pari di MobileMe, magari dedicati esclusivamente all’ambito business. Da escludere, infine, l’idea che Apple pensi ad una mossa simile a quella fatta da Amazon, con l’offerta di un servizio di computing all’interno della propria infrastruttura, non ci sarebbero le adeguate conoscenze e caratteristiche per la gestione di un simile servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.