Il giusto server per lo sviluppatore web. Test e deploy nella cloud

Il mondo IT sta velocemente migrando verso un nuovo modello di sviluppo e deployment delle applicazioni, il cloud computing e la virtualizzazione forniscono sempre più flessibilità anche negli ambienti di sviluppo. Vantaggi e consigli per adottare questo modello.

Come scegliere il giusto Server Virtuale per lo sviluppo

In primis bisogna chiarire, nel caso non fosse ancora chiaro, che parliamo di server virtuali e servizi di cloud computing, ovvero ambienti che possono essere creati e distrutti “al volo”. Nella scelta di un ambiente di sviluppo ad hoc per le proprie applicazioni online conta sicuramente la flessibilità del servizio: controlliamo che sia possibile avere il totale controllo della macchina, con accesso root via SSH, e con una console che permetta riavvio, accensione e spegnimento. Se il nostro server si blocca o necessita un riavvio è fondamentale essere indipendenti; un aspetto fondamentale è la possibilità di utilizzare un template già pronto con il software che ci interessa, ovvero non deve essere necessario installare tutti i componenti a mano, questi devono essere presenti fin dall’avvio del server. Se in passato esistevano per lo più ambienti LAMP, oggi i provider più evoluti offrono davvero tante tipologie di immagini, diamo la preferenza a chi ha cura di spiegare anche come è composto l’ambiente nei dettagli, dalla versione e tipologia di installazione di PHP all’aventuale versione di un dbms come MongoDB, questo ci aiuterà a mantenere quell’ambiente aggiornato e a intervenire più rapidamente per modificare la configurazione. 

Utile anche ricercare un provider che fornisca la possibilità di duplicare in tempo reale il server virtuale che stiamo utilizzando, in modo tale da poter estendere l’ambiente di sviluppo. Lo stesso si dica anche per la scalabilità: poter aumentare le risorse di CPU e RAM sullo stesso server di sviluppo e test consente di essere davvero più flessibili. Consideriamo quindi anche su quale tipologia di hypervisor/piattaforma cloud vengono installare le macchine virtuali, questo ci fa capire quali garanzie e risorse può assegnarci l’hosting provider e quanto anche lui è libero di favorire scalabilità e flessibilità del sistema. 

Non dimentichiamo infine di scegliere una soluzione dove l’azienda che ci fornisce il servizio ha reali competenze anche nello sviluppo, questo ci permetterà di avere un livello di assistenza superiore e quasi sempre una migliore comprensione delle problematiche di uno sviluppatore. 

SelfServer, Server Virtuali online on demand per CMSQuesto articolo è offerto da SelfServer, il brand di Enter Srl che offre server virtuali già pronti all’uso per diversi utilizzi, dallo sviluppo web ad ambienti virtuali pronti per l’uso dei più comuni CMS. Il server virtuale dedicato allo sviluppo Web con PHP, MySQL, MongoDB e PostgreSQL mette a disposizione un ambiente dedicato virtuale con 2 GB di RAM e 2 Core CPU a soli 21 Euro al mese, in promozione. Scopri tutte le caratteristiche di SelfServer, piattaforma cloud basata su OpenStack per la massima scalabilità.