InfiniBand e Softlayer, una tecnologia per elevate prestazione di rete

InfiniBand, la tecnologia che permette di incrementare notevolmente le prestazioni di rete, è stata recentemente adottata da Softlayer.

Softlayer introduce il supporto all’architettutura di networking InfiniBand per offrire ai propri clienti connessioni più rapide tra bare metal server.  “Mano a mano che un maggior numero di compagnie trasferisce i propri workloads nel cloud, aumentano di pari passo le richieste [ai provider] di elevate performance di rete” ha dichiarato Lance Crosby, CEO Softlayer che ha inoltre aggiunto: “L’arrivo del supporto a Inifniband […] mostra quanto [la nostra azienda sia innovativa] nel collaborare con i propri clienti per la risoluzione dei loro complessi problemi di business”.

InfiniBandInfiniBand è uno specifico standard di interconnessione adoperato dai supercomputer per garantire 56gb/s per collegamento e gestire differenti tipologie di traffico su una singola connessione. Si tratta quindi di una tecnologia impiegata per il computing ad elevate prestazioni ma adatta anche ai Big Data, allo storage, ed ai database, oltre che alle applicazioni web 2.0.

InfiniBand, lo standard più diffuso tra i supercomputer

Il divario rispetto alle classiche soluzioni ethernet sarebbe considerevole, almeno secondo quanto afferma il cloud provider ProfitBriks: InfiniBand garantirebbe infatti prestazioni 80 volte superiori rispetto alle soluzioni offerte dalla concorrenza sprovvista di tale tecnologia.

Secondo una delle ultime dichiarazioni della InfiniBand Trade Association lo standard di interconnessione InfiniBand sarebbe il più diffuso, tra i supercomputer, a livello globale. Attualmente rappresenterebbe infatti il 44.4%  dei sistemi presenti in una TOP500 apposita (pubblicata ogni due anni).