L’installazione di ISPconfig sul Cloud Server HostingSolutions.it

In questa puntata vediamo, passo passo, come eseguire l'installazione di ISPconfig all'interno del Cloud Server di HostingSolutions.it. Si tratta di una procedura semplice che spieghiamo nel dettaglio per poter essere sicuri che anche con pochissima esperienza di Linux, i nostri lettori siano in grado di eseguirla.

Installazione di ISPConfig

 

Per installare ISPConfig spostiamoci in una directory di lavoro provvisoria, ad esempio tmp. Prima di iniziare l’istallazione assicuriamoci di fermare Apache e avviare Nginx.

 


 

In alternativa, se crediamo che Nginx sia già avviato, possiamo riavviarlo usando l’istruzione

 

Dopodiché scarichiamo ISPConfig, usando un’istruzione come questa

 

Ovviamente l’istruzione qui sopra fa riferimento alla versione 3.0.1 di ISPConfig. Siccome vogliamo scaricare l’ultima versione dobbiamo modificare il comando, andando a guardare sul sito di SourceForge. 

 

Installazione ISPconfig nella cloud di HostingSolutions.it

 

In questo caso l’ultima versione disponibile è la 3.0.4.6, per cui modifichiamo il comando come segue

 

Per “unzippare” il file usiamo il comando tar, specificando il nome del file scaricato, ad esempio

 

infine ci spostiamo nella cartella di installazione, ovvero

 

A questo punto siamo pronti per procedere con l’istallazione vera e propria.

  

Il wizard di installazione ci chiederà di inserire alcuni parametri. Rispondiamo a tutte le domande semplicemente premendo Enter (tasto invio), senza inserire alcun carattere, tranne quando ci viene chiesta la password di connessione al database MySQL. In questo caso dobbiamo inserire la password dell’utente root (quella che abbiamo scelto al momento di installare MySQL).

 Ci verrà anche chiesto quale Web server usare: chiaramente dovremo indicare Nginx:

 

Apache and nginx detected. Select server to use for ISPConfig: (apache,nginx) [apache]: nginx

 

Infine rispondiamo no alla domanda :

 

Do you want a secure (SSL) connection to the ISPConfig web interface (y,n) [y]: n

 

Questo per evitare che sia necessario un certificato per collegarsi al pannello di amministrazione. Eventualmente, se vogliamo abilitare la connessione SSL possiamo farlo in un secondo tempo. Al termine dell’istallazione il widget creerà un nuovo database MySQL, che dovrebbe chiamarsi dbispconfig.