Categorie
Cloud Computing

La seconda vita di OpenDNS, sicurezza web per le aziende

OpenDNS è uno dei servizi storici della rete, una di quelle startup che sentiamo nominare da anni e che si sono introdotte sul mercato con un servizio particolare: la fornitura di DNS alternativi per navigare online. Si cambiano i DNS della propria connessione e si permette a OpenDNS di gestire (e tracciare, ndr) quello che visitiamo, ovviamente anche con vantaggi per gli utenti, che spesso possono accedere a siti web oscurati nel proprio paese oppure avere un maggior livello di sicurezza e una maggiore velocità di risoluzione degli indirizzi. OpenDNS si è sostenuta per lungo tempo grazie ad un modello pubblicitario, da tempo però ha iniziato a lavorare anche nel mondo enterprise, con una suite di prodotti destinati alle compagnie che in un ambiente sempre più popolato da diversi dispositivi e strumenti di cloud computing, devono assicurare la protezione delle loro reti e dei loro dati. 

OpenDNS controlla le richieste fatte tramite DNS ed è così in grado di identificare possibili anomalie all’interno del traffico e bloccare, anche preventivamente, attacchi alle reti aziendali. La compagnia è passata in pochissimo tempo da 3500 a 7000 clienti nel mondo enterprise e ora potrebbe ricevere nuovi finanziamenti per espandere il proprio staff e il numero di data center che utilizza nel mondo per gestire le richieste DNS. 

Il nuovo servizio si chiama Umbrella ed è pensato esclusivamente per il mondo enterprise, tra i suoi punti di forza c’è la possibilità di identificare malware nella rete, verificare e bloccare la navigazione su determinati siti all’interno di una rete anche molto vasta, e il controllo completo di questa soluzione tramite un software online, ospitato direttamente da OpenDNS, che non richiede così alcuna installazione in azienda. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.