Microsoft ha spostato 300 milioni di account da Hotmail a Outlook.com

Nella scia dei recenti rinnovamenti in casa Redmond, il popolare servizio di webmail ha chiuso i battenti e i suoi utenti sono stati spostati su Outlook.com, Microsoft si vanta del record e dell'esecuzione di un'operazione tutt'altro che semplice.

Dopo MSN Messenger, progetto chiuso in favore di Skype, un altro servizio di Microsoft, Hotmail, estremamente popolare e ora in forte competizione con Gmail e Yahoo Mail,  è al centro degli ultimi cambiamenti della casa di Redmond. O meglio, gli account di posta sono migrati verso il rinnovato Outlook.com. A livello di numeri stiamo parlando di circa 300 milioni di utenti che in questi giorni hanno visto spostarsi il proprio account, per una mole complessiva di dati dell’ordine del Petabyte. La notizia è stata comunicata via blog ufficiale, che riporta anche il dato attuale di utenti attivi su Outlook.com:

Siamo orgogliosi di annunciare che abbiamo completato l’upgrading di tutti i clienti Hotmail verso Outlook.com. Con un crescente interesse verso Outlook.com. questo ha portato ad avere più di 400 milioni di account attivi su Outlook.com, inclusi 125 milioni di utenti che accedono ad email, calendario e contatti su device mobile utilizzando Exchange ActiveSync.

Microdoft ha anche migliorato l’integrazione di Outlook con SkyDrive, il proprio servizio di cloud storage e aggiunto supporto per il protocollo SMTP (Simple Mail Transfer Protocol), cosa che renderà più semplice l’invio di di messaggi da alias.

Il look attuale di Outlook.com

Ovviamente però la transizione tra Hotmail e Outlook.com ha lasciato scontenti diversi utenti; cosa però probabilmente già messa in conto da Microsoft. Dick Craddock, Product manager di Outlook Group risponde così cul blog a chi gli indirizza queste critiche:

Con i servizi di comunicazione in continua evoluzione, noi cerchiamo di tenere il giusto equilibrio tra portare nuovi grossi miglioramenti e rimanere fedeli a quanto i nostri clienti amano