Microsoft Windows 10, obiettivo IoT e Cloud Computing

Sono passate circa due settimane dell’evento di presentazione ufficiale del prossimo sistema operativo Microsoft, per l’esattezza la versione 10, e finalmente si intravedono alcune interessanti novità riguardanti il mondo dell’IoT (Internet of Things) e del cloud computing “secondo Redmond”.

Sulle pagine di Hosting Talk avevamo sottolineato, come diversi di voi ricorderanno, le scetticità del Web in merito all’assenza delle nota piattaforma di servizi cloud Azure dal palcoscenico della grande manifestazione.

Microsoft IoT programIn ogni caso, a dispetto dello strano trattamento ricevuto da Azure lo scorso 21 Gennaio, le ultime notizie riguardanti il rilascio di una versione ad-hoc di Windows 10 per il computer Raspberry Pi 2 e l’annesso “Windows Developer Program for IoT” hanno riacceso il nostro interesse.

Secondo quanto affermato dall’azienda in un post ufficiale pubblicato “casualmente” in concomitanza con il lancio sul mercato di Raspberry Pi 2, “nell’intenzione di allargare i confini dell’Internet delle Cose, [puntiamo alla creazione] di software e servizi che supportino [un’ampia varietà di dispositivi], dal più piccolo dei sensori fino ai sistemi più complessi. Per via dell’elevato potenziale espresso e latente  dell’IoT, [tale settore] è una delle priorità principali di Microsoft”.

Raspberry Pi, cloud e sensori intelligenti

Raspberry Pi tra cloud ed IoTE’ indubbio che il mercato dei sensori e dispositivi intelligenti, inevitabilmente legato a quello del cloud computing, abbia elevate aspettative di crescita: secondo Gartner il settore è destinato letteralmente ad esplodere da qui al 2020, anno in cui oltre 20 miliardi circa di “cose” saranno connesse alla rete.

Raspberry Pi 2 (a circa 35$ cpu ARM Cortex-A7 quad-core 900MHz, 1GB LPDDR2 SDRAM) giocherà probabilmente un ruolo non di secondo piano nel panorama dell’IoT.

Il piccolo computer, che  fin dalla precedente “incarnazione” si è dimostrato estremamente versatile ed in grado di essere impiegato nella realizzazione dei più svariati progetti, dai semplici robot ai piccoli gadget elettronici fino ai classici sportelli bancomat (tanto per citare alcuni esempi), sarà probabilmente il cuore di numerosi “smart devices“.

La versione di Windows 10 compatibile con Raspberry Pi 2 non ha ancora una data di rilascio precisa ma sarà completamente gratuita per gli sviluppatori che si iscriveranno al Windows Developer Program for IoT.

4 risposte su “Microsoft Windows 10, obiettivo IoT e Cloud Computing”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.