MongoDB: ulteriore investimento per lo sviluppo del database noSQL

Sempre piu interesse intorno a MongoDB, il progetto noSQL gestito da 10Gen, compagnia che ha fino ad oggi raccolto un totale di circa 81 milioni di dollari per lo sviluppo della piattaforma; 10Gen ha appena comunicato di aver ricevuto un nuovo round di finanziamenti da Intel Capital e Red Hat, due compagnie che hanno interesse a seguire da vicino lo sviluppo dei database non relazionali. MongoDB e attualmente uno dei progetti di piu grande successo nel mondo noSQL, ovvero nel mondo dei database non relazionali, caratterizzati dalla presenza di coppie chiave valore che vengono salvate all'interno dell'Engine.

Sempre più interesse intorno a MongoDB, il progetto noSQL gestito da 10Gen, compagnia che ha fino ad oggi raccolto un totale di circa 81 milioni di dollari per lo sviluppo della piattaforma; 10Gen ha appena comunicato di aver ricevuto un nuovo round di finanziamenti da Intel Capital e Red Hat, due compagnie che hanno interesse a seguire da vicino lo sviluppo dei database non relazionali. 

MongoDB è attualmente uno dei progetti di più grande successo nel mondo noSQL, ovvero nel mondo dei database non relazionali, caratterizzati dalla presenza di coppie chiave valore che vengono salvate all’interno dell’Engine. HostingTalk.it ha trattato costantemente questa tematica, e ha un articolo per capire le differenze tra questi database e i database relazionali tipicamente basati su SQL. 

Da una parte Intel è interessata a capire come debbano evolvere le piattaforme hardware per poter rispondere alle esigenze di piattaforme come MongoDB, sempre più apprezzate nel mondo del cloud computing, dall’altra Red Hat, il secondo investitore che ha partecipato al finanziamento, trova diverse sinergie come MongoDB, in primis con la sua piattaforma OpenShift, la soluzione PaaS (Platform as a Service) che teoricamente dovrebbe essere simile a compagnie come Heroku. Riuscire ad avere una integrazione di alto livello con MongoDB sarebbe sicuramente un notevole punto a favore dell’evoluzione della piattaforma di Red Hat. 

Red Hat ha già annunciato la sua collaborazione con 10Gen al fine di rendere MongoDB accessibile direttamente anche da JBOSS. Al di là del numero di milioni di dollari raccolti per lo sviluppo del progetto, ad oggi MongoDB è sicuramente una delle soluzioni maggiormente gettonate quando si parla di infrastrutture gestite tramite servizi di cloud computing. Noi stessi in WeTalk Group stiamo utilizzando con successo MongoDB proprio nella gestione di un progetto basato su infrastruttura cloud.