Nokia: l’alleanza con Microsoft e gli sviluppi del futuro con Windows Phone 7

La guerra degli smartphone e in corso da tempo, ormai da piu di tre anni si fronteggiano Android e iOS, e Nokia, con il suo SymbianOS e rimasta a guardare fin troppo prima di prendere una decisione che potesse smuovere l'azienda. La lettera del CEO, Elop, di alcuni giorni fa, ha rappresentato di fatto la scossa prima dell'annuncio definitivo, Microsoft sara il partner di Nokia e portera sui cellulare della compagnia scandinava il nuovo Windows Phone 7.

La guerra degli smartphone è in corso da tempo, ormai da più di tre anni si fronteggiano Android e iOS, e Nokia, con il suo SymbianOS è rimasta a guardare fin troppo prima di prendere una decisione che potesse smuovere l’azienda. La lettera del CEO, Elop, di alcuni giorni fa, ha rappresentato di fatto la scossa prima dell’annuncio definitivo, Microsoft sarà il partner di Nokia e porterà sui cellulare della compagnia scandinava il nuovo Windows Phone 7. 

nokia-microsoft.jpg

In rete ovviamente gli articoli che parlano della vicenda sono migliaia, tutti hanno come fattor comune quello di vedere poco successo nell’alleanza con un prodotto davvero troppo nuovo, e sicuramente differente dai concorrenti più forti come Android e iOS. Nokia ha cercato un partner proprio nell’ex azienda del suo CEO, e questo ha alimentato ulteriori polemiche: quel che è stato davvero “snobbato” è però il fatto che sia Microsoft sia Google abbiano cercato di firmare un contratto di collaborazione con Nokia, e la prima abbia vinto con una offerta migliore, ovvero qualche miliardo di dollari che entrerà nelle casse di Nokia e che probabilmente Google non è stata disposta a offrire nelle fasi finali della negoziazione. 

Il mercato mobile è oggi uno dei più competitivi al mondo, in tutte le fasce di prezzo dei dispositivi mobili, con produttori cinesi collocati nella fascia più bassa, un tempo il grande mercato di Nokia, e con produttori come HTC e Samsung collocati nelle fasce alte, a competere direttamente con Apple. Nokia si trova ora davanti ad una serie di domande importanti, in primis chiarire quale ruolo avranno gli sviluppatori Symbian, una forza lavoro molto corposa nella compagnia, che apparentemente oggi non hanno più alcun ruolo con l’abbandono di questo sistema operativo, almeno nei dispositivi di punta della compagnia. il CEO della compagnia ha già annunciato una serie di licenziamenti. 

Appare difficile credere che Nokia possa battere Android nel breve termine, così come invece ha detto nel corso di ieri Stephen Elop alla Mobile World Conference che si svolge in questi giorni a Barcelona. Il mondo di Microsoft è strettamente legato al mondo business, e i prodotti della compagnia cercano quasi sempre una perfetta integrazione con le suite già offerte alle aziende. Da questo punto di vista i dispositivi di Nokia potrebbero guadagnare un nuovo mercato in questo target di utenti, ma è difficile prevedere oggi quale sarà il futuro di Windows Phone 7, dato che anche lo stesso market place è ad oggi poco popolato. Il software decreta oggi il successo o l’insuccesso dei produttori di dispositivi mobili, Nokia fa una scommessa importante, che potrebbe farla vincere sul lungo termine, e o relegarla ad una azienda controllare da Microsoft e tenuta in vita da essa.