Categorie
Domini

Obiettivi di Google Analytics

Analisi degli obiettivi

Analisi degli obiettivi

Dopo aver definito gli obiettivi possiamo passare alla fase di analisi. Solitamente è necessario aspettare un po’ prima di poter visualizzare i risultati. Per avere dei rapporti degni di nota conviene far passare almeno qualche giorno, in modo da produrre dei rapporti significativi. Per visualizzare i dati relativi al raggiungimento degli obiettivi torniamo sulla home page dell’account di Google Analytics e clicchiamo sul titolo del grafico “Tasso di conversione all’obiettivo”. Il grafico dovrebbe trovarsi a destra della schermata iniziale, ma non è sempre detto: se abbiamo personalizzato la dashboard, o addirittura creato una nuova dashboard, il pannello degli obiettivi potrebbe trovarsi altrove. In figura riportiamo quella che dovrebbe essere la posizione di default del pannello in questione.

Figura 4 – Tasso di conversione all’obiettivoobiettivi_04

Una volta aperto il pannello “ Tasso di conversione all’obiettivo” verrà mostrata la panoramica di tutti gli obiettivi. Le prime volte può essere comodo visualizzare i dati relativi ad un singolo obiettivo: per selezionare un singolo obiettivo clicchiamo sul pulsante collocato sotto l’etichetta “Opzione obiettivo”, come indicato nella figura sottostante. Ciò permette di selezionare (all’interno di un menù a cascata) l’obiettivo che vogliamo visualizzare.

Figura 5 – Selezione di un obiettivoobiettivi_05

Dopo aver selezionato l’obiettivo ci verrà mostrato un grafico riassuntivo che mostra il numero di volte che abbiamo raggiunto l’obiettivo in funzione del tempo. Facciamo attenzione alla scala verticale del grafico, perché essa conteggia quante volte abbiamo raggiunto l’obiettivo, non la quantità associata all’entità che stiamo misurando. Ad esempio, se il nostro obiettivo consiste nel raggiungimento di 1000 visite al giorno, il valore “2” sul grafico indicherebbe che abbiamo raggiunto l’obiettivo due volte, ovvero che abbiamo sfondato le 2000 visite.

Scorrendo la pagina verso il basso, sotto il grafico troviamo l’indicazione dettagliata degli eventi interessanti ai fini del raggiungimento dell’obiettivo. Ad esempio, se l’obiettivo riguarda una visita minima di almeno 10 minuti, nella tabella sotto il grafico verranno elencate le pagine (cioè gli URL) che hanno contribuito al raggiungimento dell’obiettivo (vedi figura 6).
 

Figura 6 – Rapporto dettagliato dell’obiettivoobiettivi_06

A questo punto dovrebbero essere chiare le potenzialità offerte dalla definizione degli obiettivi. Definendo gli obiettivi giusti, e incrociando i risultati tra loro, possiamo identificare i punti di forza del sito e rimuovere i punti deboli. Possiamo anche quantificare l’efficacia delle diverse campagne promozionali.

Un ultimo aspetto che vogliamo trattare riguarda la monetizzazione degli obiettivi. Per ciascun obiettivo possiamo definire un valore economico “atteso”, che rappresenta l’introito previsto da quella particolare attività. Vediamo un esempio: se l’ufficio vendite comunica che il 10% delle visite ad una pagina promozionale genera mediamente una vendita pari a € 50, possiamo attribuire un valore medio di 5€ per ogni visita alla pagina (il 10% di € 50). Per attivare la funzionalità inseriamo il valore numerico (ad esempio 5) senza il simbolo della valuta nel campo Valore obiettivo. Quando andremo a visualizzare i rapporti riguardanti il raggiungimento dell’obiettivo, oltre all’indicazione del numero di volte che abbiamo raggiunto l’obiettivo ci verrà fornita l’indicazione dei guadagni attesi. In questo modo risulterà più semplice pianificare, confrontare e valutare l’efficacia delle diverse campagne di Web marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.