Categorie
Cloud Computing

Office 365 fra nuove lingue e regioni e nuove funzionalità avanzate

Office 365 sbarca in 38 nuovi paesi, con l’introduzione di tre nuove lingue, ma mira anche all’espansione delle funzionalità di BI

Office 365 raggiunge ora 38 nuovi mercati. La suite da ufficio nel cloud su cui Microsoft sta investendo notevoli sforzi di ricerca e pecuniari vuole imporsi come un applicativo universale a cui tutti i paesi del mondo possono rivolgersi per scambiare e modificare in modo collaborativo i documenti.Office 365 nuove lingue e funzionalità

 

Così, Office 365 diventa disponibile in 38 nuove regioni del mondo, con l’introduzione di tre nuove lingue e la possibilità di essere utilizzato anche dagli utenti delle Filippine, della Tailandia, del Vietnam, del Bangladesh, di Macao, del Nepal e del Brunei.

 

Di questi paesi, Filippine e Tailandia hanno già l’opportunità di utilizzare Office 365 in tutte le sue funzionalità, mentre gli utenti delle altre nazioni possono già partire con una sottoscrizione gratuita di 120 giorni in modalità trial prima di avviare un abbonamento a pagamento, i cui listini saranno presentati nelle prossime settimane.

 

Tutti questi dettagli vengono resi noti dal product manager Andy O’Donald in un post pubblicato sul proprio blog aziendale. Fra le nuove lingue incluse in Office 365 ci sono anche il vietnamita, l’arabo e il malese, portando così a 36 il numero delle lingue supportate ufficialmente dalla suite online.

 

Dal punto di vista del supporto monetario, in Office 365 sono stati introdotti il Ringgit malese (MYR), il dollaro di Hong Kong (HKD) e la Rupia indiana (INR), così come il Real brasiliano (BRL) e i pesos messicani (MXN).

 

Questa nuova disponibilità permetterà a Office 365 di guadagnare nuovi clienti. Infatti, la suite è stata lanciata nel mercato asiatico nel Giugno del 2009, in Singapore, Malaysia, Australia e Nuova Zelanda, per poi aggiungere subito dopo nuove località, che hanno consentito a Microsoft di dichiarare a Maggio scorso un indice di adozione da parte delle PMI asiatiche in crescita di oltre il 400 per cento.

 

Office 365: non solo nuove lingue

 

Microsoft non punta solo all’espansione dei mercati per Office 365, ma anche all’arricchimento della suite con nuove funzionalità. Microsoft infatti si è messa al lavoro per portare su Office 365 anche importanti funzionalità di Business Intelligence, che verranno integrate attraverso lo strumento Power BI.

 

Questa soluzione di BI basata su cloud, permetterà all’Excel di Office 365 di espandere in senso business le proprie caratteristiche. Fra i tanti nuovi strumenti, saranno introdotti:

 

    • Power Query: conosciuto come “Data Explorer”, permetterà agli utenti di cercare ed accedere più facilmente ai dati di Excel

 

    • Power Map: noto come “Geoflow”, Power Map è uno strumento capace di realizzare grafici 3D basati su dati geografici e temporali

 

    • Power Pivot: pensato per la creazione e la personalizzazione di modelli di dati flessibili all’interno di Excel

 

    • Power View: uno strumento per la creazione di grafici interattivi e altre rappresentazioni visive.

 

Power BI metterà inoltre a disposizione delle aree di lavoro comuni e interattive che consentiranno a differenti colleghi di accedere ai medesimi dati e alle medesime analisi da tutti i dispositivi Windows 8, Windows RT e iPad attraverso della apposite app di prossima pubblicazione sui rispettivi marketplace.

Una risposta su “Office 365 fra nuove lingue e regioni e nuove funzionalità avanzate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.