Categorie
Cloud server con Hosting Solutions: dalla creazione all'utilizzo

Prepariamo il Cloud Server per ospitare i siti web

Mailing list e Quota

Vediamo infine come aggiungere i servizi di gestione delle mailing-list e della quota degli utenti al nostro server Debian Silver. Come applicazione per gestire le mailing-list possiamo usare Mailman: per installarlo eseguiamo l’istruzione

apt-get install mailman    

Ci verrà chiesto quante e quali lingue associare al programma. Consigliamo di sceglierne almeno due, nel nostro caso inglese e italiano. Ovviamente, se prevediamo di offrire i servizi di hosting in altre lingue, procediamo ad installare tutte quelle che ci servono. Al termine dell’installazione ci verrà anche chiesto quale lingua usare come default, scegliendo tra quelle installate. Infine ci verrà chiesto l’indirizzo e-mail di amministrazione delle mailing-list e una password. L’indirizzo e-mail sarà qualcosa del tipo info@mysite.com, mentre la password può essere di qualsiasi tipo: ricordiamo di prenderne nota perché ci servirà in futuro.

A questo punto dobbiamo configurare il file di Mailman, editandolo tramite il comando

vi /etc/aliases

in fondo questo file aggiungiamo le seguenti linee

mailman:              "|/var/lib/mailman/mail/mailman post mailman"
mailman-admin:        "|/var/lib/mailman/mail/mailman admin mailman"
mailman-bounces:      "|/var/lib/mailman/mail/mailman bounces mailman"
mailman-confirm:      "|/var/lib/mailman/mail/mailman confirm mailman"
mailman-join:         "|/var/lib/mailman/mail/mailman join mailman"
mailman-leave:        "|/var/lib/mailman/mail/mailman leave mailman"
mailman-owner:        "|/var/lib/mailman/mail/mailman owner mailman"
mailman-request:      "|/var/lib/mailman/mail/mailman request mailman"
mailman-subscribe:    "|/var/lib/mailman/mail/mailman subscribe mailman"
mailman-unsubscribe:  "|/var/lib/mailman/mail/mailman unsubscribe mailman"

ed infine eseguiamo i comandi

newaliases
/etc/init.d/postfix restart
/etc/init.d/mailman start
 

Per installare Quota eseguiamo invece

apt-get install quota quotatool    

dopo l’installazione dobbiamo editare il file /etc/fstab, all’interno del quale dobbiamo identificare la  partizione che punta al percorso “/”, ad esempio

UUID=28890938-7da0-489f-94c2-f576b13ec4e8 /  ext4    errors=remount-ro 0 1

e modificare questa linea nel modo seguente

UUID=28890938-7da0-489f-94c2-f576b13ec4e8 /    ext4    errors=remount-ro,usrjquota=aquota.user,grpjquota=aquota.group,jqfmt=vfsv0

0       1

facendo attenzione a non cambiare gli UUID della nostra macchina, che devono restare invariati.

Possiamo finalmente abilitare il servizio quota, digitando

mount -o remount /
quotacheck -avugm
quotaon -avug

Con questo abbiamo concluso. Il nostro server è quasi completo: nell’ultima lezione vedremo come installare alcune utility per gestire il server DNS e raccogliere statistiche sull’uso dei diversi host.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.