Rehost, l’hosting con assistenza dedicata che piace alle aziende

Abbiamo intervistato l'amministratore delegato di Rehost.it, un nuovo brand nel mondo del webhosting che si pone come obiettivo quello di fornire una soluzione di hosting semplice da utilizzare, con un consulente dedicato pronto a risolvere qualsiasi problematica in tempo reale.

Riuscire a lanciare un nuovo prodotto di hosting nel 2013 è una sfida notevole, poche compagnie nel mondo ci stanno provando, e la maggior parte di loro si concentra sul cloud computing, su sistemi distribuiti e tecnologie che sono distanti dallo shared hosting che conosciamo. Rehost.it è il brand di Mobika Srl che si presenta nel mercato italiano con una nuova offerta di webhosting pensata per professionisti ed aziende che vogliono un prodotto di alto livello, con risorse garantite e una consulenza diretta per la risoluzione di problemi e utilizzo del servizio. Ho fatto una lunga chiaccherata con Marco Dal Colle, amministratore delegato di Mobika,  per capire cosa abbia spinto Mobika a lanciarsi nel settore del webhosting e quale sia il riscontro ottenuto fino ad oggi con un prodotto sostanzialmente molto diverso rispetto ai classici shared hosting che troviamo disponibili in Italia. 

Mobika inizia il suo percorso nel 2006 come azienda di consulenza, specializzata nella fornitura di applicazioni mobile, CRM e software per piccole e medie aziende. Marco mi spiega come siano alcuni progetti iniziali, importanti, a dare lo slancio all’azienda, che così si trova a lavorare per un numero sempre crescente di clienti e per alcuni nomi importanti anche nel settore bancario; da qui alla consulenza anche su server e infrastrutture di rete il passo è breve, perchè nel 2007 in azienda si sente l’esigenza di spostare i clienti dagli attuali server, presso fornitori esterni, all’interno di una struttura dedicata, con propri server, spazio dedicato e soprattutto la possibilità di crescere senza alcuna limitazione. 

Mobika si avvia così verso la realizzazione di una infrastruttura di webhosting che ha la sua sede principale all’interno dell’infrastruttura di AEMCOM composta da 2 data center collegati fra loro e con una disponibilità totale di banda verso Internet di 10 Gbit/s multi-carriers. La scelta è ricaduta su un operatore locale che ha fatto importanti investimenti negli ultimi anni e che fornisce a Mobika lo spazio per la gestione dei propri server in housing; ovviamente la presenza del data center vicino alla sede aziendale consente interventi diretti sulle macchine, tanto per la risoluzione dei problemi quanto per l’espansione dell’infrastruttura con l’aggiunta di nuovi server. 

Dalla consulenza alla fornitura di servizi hosting

Il 2008 è l’anno di ingresso definitivo dell’azienda nel mondo del webhosting, le prime offerte di soluzioni dedicate vengono attivate nel mercato locale dopo di che l’azienda inizia a guadagnare clienti a livello nazionale. Marco mi spiega come la posta elettronica sia di fatto il prodotto su cui si sono concentrati da subito i maggiori sforzi: “Volevamo qualcosa di semplice da dare ai clienti, che riuscisse a mantenere la loro esperienza di utilizzo semplice ma al contempo ci permettesse di superare alcuni dei problemi storici degli ambienti con Microsoft Outlook, software ancora molto diffuso in azienda“. La scelta ricade su una piattaforma commerciale, SmarterMail, soluzione di livello enterprise per la gestione della posta elettronica prodotta da SmarterTools, una azienda americana che da diversi anni produce software per il settore webhosting ed enterprise. 

SmarterMail è oggi un prodotto ampiamente testato in azienda, Marco mi racconta come grazie a questa piattaforma siano riusciti a migrare anche aziende storiche, con un’esperienza tale in azienda da poter risolvere praticamente qualsiasi problema si presenti sui server o direttamente sui terminali aziendali. Nel 2010 l’offerta di webhosting sembra ormai matura, ci si sposta così da un’offerta locale al brand Rehost.it, che identifica tutti i prodotti di webhosting di Mobika. L’idea alla base del servizio è totalmente differente rispetto al mercato dei servizi di webhosting classici: a partire dallo sviluppo, Mobika ha scelto di lavorare ad un proprio pannello di controllo, “una scelta dovuta al fatto che avevamo bisogno di personalizzare il prodotto e dargli quella semplicità che sapevamo poteva fare la differenza” dice Marco, con proprie funzionalità e con una integrazione avanzata di tutti i servizi, a partire proprio dalla posta elettronica. Con un prodotto oggi disponibile online per clienti privati e aziende, Rehost si posizione in una fascia di mercato alta, il prezzo è il primo indicatore del fatto che il servizio offerto sia tutt’altro che lowcost e sia orientato principalmente ad un target aziendale che necessita di sicurezza e garanzia. Marco mi spiega meglio quale sia l’approccio all’assistenza: “Hai un consulente dedicato che ti segue dall’inizio del contratto fino alla sua evoluzione negli anni, parli sempre con lui, ed è lui che conosce anche il tuo business, quali software utilizzi, come è composta la tua infrastruttura e anche quali criticità sono presenti nella tua attività. Se deve intervenire sa subito dove mettere le mani e molto spesso si trova a dare consigli al cliente su come migliorare alcuni aspetti del suo business, una sorta di mini-consulenza che risulta del tutto gratuita perchè inclusa nel rapporto che si instaura tra cliente e consulente dedicato

Il modello americano è stato sicuramente di ispirazione: “Volevamo immettere nel mercato una piattaforma di hosting che semplificasse il lavoro alle aziende ed alle web agency, fornendo ampia libertà sui classici blocchi: traffico e banda, accessi al database, etc; sostituendoli con un supporto proattivo utilizzato con successo negli USA che segnala al cliente le anomalie riscontrate sul sito web.” mi spiega Marco quando faccio notare che il modello potrebbe ricordare il noto fanatical support di Rackspace. 

Ovviamente strutturare l’offerta in questo modo ha dei vantaggi notevoli per il cliente: alla base del servizio di Rehost troviamo un solo pacchetto di webhosting su piattaforma Linux, compatibile con i principali CMS oggi esistenti e pensato per gestire uno o più siti web aziendali, comprensivi di posta elettronica. L’attivazione avviene velocemente e il cliente può decidere di aggiungere risorse se necessarie, 1 GB di spazio, dice Marco, è quasi sempre sufficiente per tutti i clienti che hanno incontrato, ma capita che venga richiesto un upgrade, o online o direttamente al consulente assegnato al cliente. Il costo annuale della soluzione è più elevato rispetto alla media ma racchiude un’assistenza totalmente managed, telefonica e via ticket system, con un consulente dedicato che rimane lo stesso per tutta la durata del contratto. 

Configurazione servizio rehost.it

Il pannello di configurazione del servizio Rehost.it, è stata posta particolare attenzione alla creazione di un percorso semplice per far capire al cliente di cosa ha reale necessità in fase di acquisto. 

Marco mi ha parlato della filosofia alla base di Mobika per tutto il software utilizzato nei propri servizi: “Non vogliamo dare ai nostri clienti software proprietario, scritto da noi, che crea situazioni di lockin, per questo siamo sempre molto attenti al tipo di software che implementiamo“. Una scelta che nell’era del cloud computing ha una motivazione molto forte, Mobika tiene a sottolineare ai clienti che non vi sia alcun ostacolo nella migrazione qualora decidano di “riavere” i loro dati, questo aiuta l’azienda ad avere una maggiore trasparenza e a guadagnare la fiducia dei clienti. 

Assistenza Managed su shared hosting, come funziona Rehost.it

L’elemento caratteristico del servizio di Rehost.it è l’assistenza managed applicata ad un piano di shared hosting. Mobika ha pensato ad una formula dove viene fornita assistenza costante al cliente anche per problemi non inerenti il servizio: l’installazione di WordPress, Drupal o la correzione di un problema inerente un plugin di questi CMS può essere richiesta direttamente al proprio consulente personale. Uno sforzo notevole in termini di organizzazione del personale e costi, “Tutte le persone che parlano con i clienti hanno competenze da sistemisti e solitamente un background con esperienza di almeno 3 o 4 anni, è fondamentale per noi che quando intervengono risolvano rapidamente il problema e lavorino in autonomia” dice Marco Dal Colle, e d’altronde è interessante anche notare come dalle statistiche di Mobika sembra che i clienti utilizzino maggiormente questo servizio di assistenza managed solamente nei primi mesi dopo l’attivazione del servizio, dopo di che il ricorso all’assistenza risulta quasi sempre nullo. 

Aggiunge Marco sul motivo che ha portato Mobika a vedere l’assistenza come elemento di distinzione: “Volevamo raggiungere un ampio numero di aziende per dare loro un supporto consulenziale efficace nel settore complicato dell’IT, fornendo soluzioni concrete e pratiche dai costi contenuti ed accessibili come il nostro server di posta di livello Enterprise gestito da noi in outsourcing che libera il cliente da certe preoccupazioni sul mondo Cloud e dalla difficoltà ed i costi nel gestirlo internamente. In qualche misura uno strumento di competitività in un momento storico così complicato per le aziende italiane.” 

Ovviamente le statistiche raccolte da Mobika fanno riferimento a clienti aziendali e non a professionisti e privati, un target che ora potrebbe introdurre delle differenze nei dati raccolti: l’assistenza rimane un punto davvero cruciale per la maggior parte dei servizi di webhosting, nel mercato italiano la scarsa conoscenza del mondo IT e la scarsa dimestichezza di chi acquista servizi di shared hosting, porta spesso a situazioni in cui gli utenti aprono decine di ticket giornalieri, per le domande più semplici. 

La presenza di un’assistenza di questa tipologia rende il piano di webhosting di Rehost particolarmente adatto sia alle aziende sia a privati che non hanno alcuna competenza, “In qualche misura uno strumento di competitività in un momento storico così complicato per le aziende italiane“, così lo considerano in Mobika. La gestione di un sito internet, a partire da un semplice WordPress fino ad un e-commerce potrebbe risultare notevolmente più semplice. Il consulente interviene anche per compiti minori, come può essere la richiesta di attivazione di una nuova casella di posta nel proprio account o la creazione di un nuovo database, operazioni che spesso possono essere percepite come difficili da chi non ha alcuna esperienza IT. 

Nel caso della posta elettronica, dice Marco, è fondamentale avere un servizio di assistenza che sappia esattamente quali sono gli utilizzi classici del cliente. La procedura d’ordine del servizio di Rehost è stata notevolmente semplificata proprio per mettere l’utilizzo di questo prodotto anche ai più inesperti, usufruendo da subito dell’assistenza dedicata. 

L’evoluzione di Rehost

Ho chiesto a Marco quali siano i progetti futuri, tanto per Rehost quanto per Mobika. L’azienda ha le idee chiare in merito a quali siano i traguardi da raggiungere, sempre meno soluzioni software installate dal cliente e maggior utilizzo di soluzioni SaaS: “Stiamo lavorando ad un progetto che prevede l’utilizzo SaaS di uno dei sistemi informativi più importanti presenti nelle aziende, anche in questo caso abbiamo scelto una soluzione open source da portare poi sui nostri server“. Il futuro è quindi orientato a soluzioni di cloud computing SaaS per l’erogazione dei servizi aziendali, la posta elettronica è il primo passo, il più importante, ma vi sono tanti altri elementi per completare il quadro. “Certo non sempre è facile convincere i clienti a lasciare che i loro dati vengano ospitati all’interno dell’azienda, è una questione di mentalità“. 

Per quanto riguarda Rehost sicuramente vi sarà un’espansione del servizio, già oggi l’azienda lavora anche con prodotti come server dedicati e soluzioni VPS virtualizzate. Rehost ha avuto ad oggi un ottimo riscontro anche nelle webagency, Dal Colle parla di un numero elevato di clienti dei grandi provider che ha scelto di passare alla soluzione di Rehost per via della maggiore assistenza, e il trend potrebbe proseguire con l’aggiunta di un numero superiore di prodotti. 

Attualmente le nuove soluzioni SaaS sono sotto testing da parte di alcuni clienti selezionati, i risultati sono buoni e Mobika sembra essere pronta a fare un passo avanti verso altri prodotti anche sul fronte del webhosting. Ad oggi Rehost risulta il primo passo a livello nazionale con una offerta di webhosting con consulenza dedicata di questo tipo, una scelta coraggiosa di cui sono curioso di vedere l’evoluzione nei prossimi mesi.