Scegliere un servizio di hosting – 4 Parte – VPS e Server Virtuali

Quarta puntata della nostra guida dedicata alla scelta di un servizio di hosting. Dopo aver parlato delle soluzioni shared hosting e aver elencato quali soluzioni vedremo, passiamo a scoprire in dettaglio il mondo della virtualizzazione e dei server dedicati virtuali. Webhosting e soluzioni virtuali Nel settore del webhosting si sente spesso parlare di VPS, server virtuali, macchine virtuali e server dedicati virtuali, bisogna chiarire che tutti questi prodotti fanno capo ad unica tecnologia di base che e la virtualizzazione, ovvero la possibilita di "emulare" piu sistemi guest su di un unico sistema host di base.

Quarta puntata della nostra guida dedicata alla scelta di un servizio di hosting. Dopo aver parlato delle soluzioni shared hosting e aver elencato quali soluzioni vedremo, passiamo a scoprire in dettaglio il mondo della virtualizzazione e dei server dedicati virtuali.

Webhosting e soluzioni virtuali

Nel settore del webhosting si sente spesso parlare di VPS, server virtuali, macchine virtuali e server dedicati virtuali, bisogna chiarire che tutti questi prodotti fanno capo ad unica tecnologia di base che è la virtualizzazione, ovvero la possibilità di “emulare” più sistemi guest su di un unico sistema host di base. Questa definizione è assolutamente generica e la spiegazione di cosa sia la virtualizzazione, in quali forme e tecnologie sia disponibile richiede molto più tempo, per cui vi invito a consultare il nostro forum dove ne abbiamo discusso ampiamente, i nostri articoli, e le risorse presenti in rete.

La virtualizzazione ha trovato da subito ampia applicazione nel settore hosting, in quanto i vantaggi che essa offre sono utilizzabili sui sistemi server, sia in termini di performance, sia in termini di risparmio energetico. Nel mercato hosting sono ora commercializzate le VPS, acronimo di Virtuale Private Server, vere e proprie macchine virtuali che vengono fornite in ambiente windows o linux, nella maggior parte dei casi.

Con le VPS torniamo a parlare di “condivisione”, di fatto le VPS sono posizionate in un ambiente shared, ma a differenza dello shared hosting, la condivisione riguarda solamente l’hardware del server fisico centrale, che viene appunto suddiviso per le VPS ospitate. Ogni virtual server ha un quantitativo di risorse dedicate, come ad esempio quantitativi di CPU e di memoria RAM.

A differenza di uno shared hosting, ogni macchina virtuale ha risorse garantite, che non possono essere superate o ridotte.

Quante tipologie di VPS?

Il mercato della virtualizzazione è in continua crescita e i software che permettono di creare ambienti virtuali subiscono continui aggiornamenti, per questo è importante, nella scelta di un server virtuale, il tipo di piattaforma utilizzata. Con piattaforma intendo il software utilizzato per “rendere virtuale” il vostro server; non tutte le piattaforme hanno le stesse caratteristiche e garantiscono, all’utente finale, le stesse prestazioni.

Attualmente le piattaforme più conosciute ed utilizzate sono tre: Vmware (la piattaforma è solitamente la ESX, ma ne esistono diverse versioni), Virtuozzo (prodotto da Swsoft) e Xen (piattaforma opensource, il cui controllo recentemente è passato sotto la direzione di Citrix).

Oltre a queste citate, ne esistono altre, che rappresentano, soprattutto nel caso di Xen, progetti derivati dalla stessa piattaforma di virtualizzazione. Non ci soffermiamo in questa sede ad esporre tutte le peculiarità di ogni piattaforma, rimane tuttavia fondamentale, prima di acquistare una vps, informarsi su quale sia la piattaforma di virtualizzazione utilizzata dal provider, se non è specificata tra le info del servizio, chiedete esplicitamente ai gestori di avere delucidazioni sulla tecnologia di virtualizzazione utilizzata.

La VPS sostituisce il server dedicato?

Quando i server virtuali iniziarono ad apparire sul mercato in molti pensarono che questa offerta potesse sostituire i server dedicati. Il tempo e l’esperienza ha dimostrato che i virtual private servers in pochissimi casi sono completamente utilizzabili al posto di un server dedicato, non tanto per le possibilità di azione sul sistema(che come abbiamo visto non cambiano, dato che su una macchina virtuale abbiamo accesso root) quanto per le prestazioni fornite, che difficilmente risultano essere uguali. Un sito altamente trafficato, che richiede la potenza di un server dedicato, difficilmente potrà essere ospitato su una VPS di basso-medio livello. Le prestazioni si equivalgono nel caso di virtual server professionali, con risorse dedicate del tutto pari a quelle di una macchina fisica, tuttavia solitamente la scelta di queste soluzioni ha costi molto elevati, e sfrutta la virtualizzazione per altri vantaggi, indipendenti dalla potenza hardware o dai costi di gestione.

Quando scegliere una VPS

In molti si staranno chiedendo quando scegliere una vps per i propri progetti. La risposta non è immediata, se il nostro sito non può essere ospitato da uno shared hosting, un server virtuale potrebbe essere la soluzione, a patto di conoscere quali sono le nostre esigenze ed essere consapevoli che una soluzione dedicata, nel caso di alti consumi, è indispensabile.

La VPS risulta essere un’ottima soluzione in tutti quei casi in cui abbiamo necessità di modificare il sistema e la sua configurazione, o dobbiamo procedere all’installazione di software specifici: tutto ciò sarebbe impossibile in un ambiente di hosting condiviso, è invece perfettamente attuabile all’interno di una macchina virtuale.

In ultimo, le VPS possono essere un’ottima alternativa agli account di hosting reseller, in questo caso infatti abbiamo la possibilità di gestire tutte le risorse autonomamente, con pieno controllo sulla macchina.

Competenze necessarie per l’acquisto di una VPS

Acquistare un server virtuale equivale, a livello sistemistico, all’acquisto di un server dedicato. Il sistema, le installazioni e gli aggiornamenti del sistema saranno a carico nostro, e il cliente stesso dovrà provvedere alla risoluzione dei problemi che si verificano a livello sistemistico. Si tratta di un aspetto importante, perchè, nonostante molti servizi offrano un pannello di controllo per la gestione dei siti e della vps, eventuali problemi sul sistema sono frequenti, e l’assistenza non è obbligata a fornirci supporto anche per quest’ultimi,

Nel caso non avessimo competenze, almeno di base, nella gestione di un server, anche per le VPS possiamo affidarci ad un account managed, ovvero ad un servizio nel quale sia inclusa anche la gestione completa della macchina, senza alcun nostro intervento. Attualmente quasi tutte le compagnie italiane offrono questa possibilità, in alcuni casi i piani sono già “managed”, per cui già “amministrati” direttamente dal provider.

Link utili sul forum di HostingTalk.it:

Il fenomeno VPS, a che punto siamo?

VPS o no? Di che tipo

Mi serve un VPS, nessuna esperienza

Piattaforme per le vps, costi e preferenze

VPS per forum frequentati

VPS…come imparare

Regole d’oro prima dell’acquisto di una vps

Post utili sul blog di HostingTalk.it:

Il potere della virtualizzazione

L’Hosting? Io lo preferisco virtualizzato

Parlatemi di Virtuozzo in Italia

Articoli utili sul nostro portale:

La virtualizzazione spiegata da VMware

Virtualizzazione, qualcosa si sta muovendo

Interoute, l’hosting del futuro è virtualizzato

Hostinabox, rendere le vps ancora più performanti