Shared Colocation e Dedicated Hosting, la guida

Quando usiamo Internet per accedere al World Wide Web, diventa facile dare per scontato cio che sta effettivamente accadendo effettivamente. L'apparente semplicita nasconde il reale livello di complessita che permette al web di funzionare. Connettere il computer alla linea telefonica, avviare il browser e trovare un sito web sono operazioni che racchiudono una serie di tecnologie di intercomunicazione e sistemi nascosti al pubblico.

Quando usiamo Internet per accedere al World Wide Web, diventa facile dare per scontato ciò che sta effettivamente accadendo effettivamente. L’apparente semplicità nasconde il reale livello di complessità che permette al web di funzionare. Connettere il computer alla linea telefonica, avviare il browser e trovare un sito web sono operazioni che racchiudono una serie di tecnologie di intercomunicazione e sistemi nascosti al pubblico.

Introduzione

Quando usiamo Internet per accedere al World Wide Web, diventa facile dare per scontato ciò che sta effettivamente accadendo effettivamente. L’apparente semplicità nasconde il reale livello di complessità che permette al web di funzionare. Connettere il computer alla linea telefonica, avviare il browser e trovare un sito web sono operazioni che racchiudono una serie di tecnologie di intercomunicazione e sistemi nascosti al pubblico. La pagina web che vedete deve risiedere da qualche parte, su un computer in mezzo alla massa di computer interconnessi che costituisce la rete Internet. E’ ospitata su un particolare computer e resa disponibile a tutti su Internet.

L’hosting è l’attività che unisce l’ospitare, il servire e il mantenere file per un sito web o un server sicuro per un sito di e-commerce. Elemento critico in ogni soluzione di hosting è una connessione veloce alla rete Internet. Superare questo ostacolo può rivelarsi costoso per l’hosting di un sito individuale, mentre usare un servizio di hosting esterno permette a molte aziende di dividere il costo di una connessione veloce. Questo, insieme al costo legato alle problematiche di sicurezza, database e funzioni di amministrazione, ha portato a una grande varietà di soluzioni di hosting esterne. Gli Internet Service Provider (ISP) offrono un numero di pacchetti standard, alcuni dei quali includono spazio gratuito per un sito web. Comunque possono essere servizi di base che non soddisfano esigenze più evolute.

Come scegliamo la soluzione di hosting corretta, sia essa interna o esterna, dipende da diversi fattori, sia tecnici che economici. Questa guida spiega cos’è l’hosting web e fornisce indicazioni riguardo il miglior approccio per voi e la vostra azienda.

Approcci all’hosting di siti Web

La decisione riguardo dove far risiedere il vostro sito web dipende non solo dall’aspetto finanziario, ma da diversi fattori all’interno della vostra azienda come risorse, capacità, ambiente tecnico e supporto. Ci sono tipicamente tre tipi principali di hosting:

• Co-location

• Server condivisi

• Soluzione interna

Nelle prime due opzioni sarà necessario utilizzare le strutture di un Internet Service Provider esterno, ma da questo tipo di approccio derivano svariati benefici. La soluzione di hosting interno comporta l’onere, da parte della vostra azienda, di mantenere e sostenere il sistema. Tutte queste opzioni possono essere agevolate da un web designer o un consulente web.

Nonostante l’hosting consista in primo luogo nell’avere un computer adatto ad essere utilizzato come server, ci sono altri elementi necessari per fare in modo che il sistema disponga della piena funzionalità necessaria.

Co-Location

Con questa opzione il server viene acquistato o affittato dalla vostra azienda ma risiede nei locali dell’Internet Service Provider. L’ISP fornisce connettività, supporto, ambiente controllato, back-up e altri servizi, ma in generale voi siete responsabili del mantenimento del server, dei dati e di tutti i componenti del sito web. Gli elementi dei quali siete responsabili possono dipendere dal livello di supporto fornito dall’ISP.

Generalmente avete in significativo controllo sul vostro personale sistema con la flessibilità e la libertà associate, ma con questo avete anche l’obbligo di assicurarvi che niente vada storto.

Server condivisi

Questa è la soluzione di hosting più comune: l’ISP è proprietario del server sul quale viene dato spazio a diversi utenti con diverse caratteristiche. Questa è l’opzione offerta da molti ISP per hosting molto economici o anche gratuiti. Ma, per assicurare un adeguato livello di integrità su questi server, le opzioni disponibili sono molto ristrette.

Solitamente gli hosting di base hanno limitazioni riguardo programmi lato server (server-side), database e altre componenti tecniche. Comunque viene fornita assistenza telefonica, anche se il servizio può variare da ISP a ISP, e le operazioni di manutenzione giornaliera del server e dell’ambiente in cui si trova non sono una vostra responsabilità.

I vantaggi della scelta di un ISP esterno sono i seguenti:

• L’ISP ha la responsabilità dell’ambiente della piattaforma di hosting; hardware, software, sistema operativo, accesso ad Internet;

• Non è necessaria nessuna competenza o risorsa per mantenere il sistema, eccetto per il design, lo sviluppo e tutte le operazioni relative al sito web;

• E’ solitamente poco costoso, in relazione ai servizi usati;

• Assistenza, consulenza e supporto sono forniti come parte del servizio;

• L’ISP avrà anche tutte le capacità tecniche per ospitare il vostro nome a dominio e risolvere tutte le problematiche legate alla connettività;

• E’ possibile spostare il vostro sito, ad alcune condizioni, presso un altro ISP;

Gli svantaggi di questo particolare approccio includono:

• Dipendenza dall’ISP per determinati cambiamenti sul sistema;

• Scarso controllo sul vostro servizio, qualora l’ISP avesse problemi;

• Possibili restrizioni riguardo ciò che potete fare o meno sul vostro sito e/o l’ISP potrebbe non avere i mezzi tecnici di cui avete bisogno

• Mantenere il sito web richiede una comunicazione Internet adeguata tra il vostro sistema e l’ISP;

• Lo spostamento verso un altro ISP comporta implicazioni sulla stabilità del sito web, per esempio i nomi a dominio dovrebbero essere trasferiti;

• L’ISP impone obblighi contrattuali per il servizio

Soluzione interna

Avere un hosting web interno all’azienda richiede risorse notevoli. Non solo il server in sé ma anche una connessione Internet ad alta velocità. La vostra azienda sarà direttamente responsabile delle operazioni giornaliere e del supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. E’ la soluzione ideale per grandi compagnie con un dipartimento informatico interno.

I vantaggi dell’approccio con server interno includono:

• Controllo completo e flessibilità

• Scelta dell’hardware, con facilità di espansione e aggiornamento;

• Controllo dell’ambiente, del software e dei sistemi installati sul server;

• Nessun obbligo contrattuale o legale verso terze parti.

Comunque, c’è anche un numero di svantaggi che dovete considerare attentamente, tra cui:

• Costo

• Risorse

• Capacità disponibili

• Necessità di un supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7;

• Connessione ad Internet ad alta velocità, tipicamente usando linee in affitto;

• Implicazioni legate alla sicurezza

Scegliere un ISP

Se preferite una soluzione in co-location o su server condiviso allora dovrete scegliere un ISP per il vostro sito. In questo processo ci sono molti fattori da considerare; alcuni dei più importanti sono:

• Che tipo di sistema operativo e script CGI usano, se questa è una caratteristica importante per lo sviluppo del vostro sito? Questo problema è discusso più dettagliatamente nella sezione 3 e 5 di questa guida.

• Quali applicazioni server supportano in relazione ai servizi e-commerce? E’ importante che siano in grado di fornire un ambiente sicuro, scalabile e flessibile se desiderate implementare un servizio di e-commerce sul vostro sito.

• Che tecnologia hardware usano e quali sono le procedure di manutenzione e back-up?

• Quanto è veloce e sicura la loro connessione ad Internet? Hanno un accesso a una dorsale Internet ed esiste una seconda connessione per assicurare la continuità del servizio web e della posta elettronica qualora succedesse qualcosa alla prima connessione?

• Da quanto tempo sono sul mercato, quale è la loro esperienza e affidabilità? Alcuni dei più grandi ISP garantiranno la qualità dei loro servizi.

• Che livello di supporto offrono, e questo corrisponde alle vostre esigenze? Per esempio, potreste necessitare di un supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

• Cosa succede se c’è un problema tecnico? Quanto tempo ci vorrà per risolverlo e avrete contatto diretto con il personale tecnico?

Considerazione tecniche

Occorre fare un gran numero di considerazioni tecniche quando si sviluppa una strategia di hosting. Alcune saranno di tipo strumentale determinando se scegliere una soluzione interna o esterna, altre verranno fatte a prescindere dalla strada scelta.

Questo capitolo esaminerà le più importanti tra le considerazioni tecniche e spiegherà le loro implicazioni sulla scelta delle opzioni di hosting.

Sistema operativo

Il sistema operativo e il software saranno l’aspetto più significativo relativamente al successo e all’affidabilità dell’hosting. Il sistema operativo è il software che permette al server di funzionare. Questo vale per ogni tipo di computer, non solo per i server. Il vostro PC di casa tipicamente avrà installato Microsoft Windows 98, Windows XP o similari. Allo stesso modo, un server per hosting web ha un sistema operativo installato e funzionante. I tipi più comuni di sistemi server per hosting web sono Microsoft, NT o Windows 2000, o software “open source” come Unix o uno dei suoi derivati, più comunemente Linux.

In generale, open source viene riferito a programmi il cui codice sorgente (il codice del linguaggio del programma) è reso disponibile per l’uso e le modifiche da parte degli utenti, o altri sviluppatori, che le ritengano appropriate. (Storicamente, chi realizza software proprietari generalmente non rende disponibile il codice sorgente). Il software open source è solitamente sviluppato come una collaborazione pubblica e reso disponibile gratuitamente.

Il dibattito tra Microsoft e Linux è una battaglia aperta ed entrambi hanno i loro pro e i loro contro. L’opinione generale ritiene che la piattaforma Linux/Unix sia più robusta. Se vi affidate a un ISP esterno potreste non avere scelta. Comunque, se optate per una soluzione in co-location o interna, allora dovreste considerare le seguenti questioni:

• Costo: il software open source come Unix e Linux è, effettivamente, gratuito, o comunque a un costo molto basso, ma non è disponibile un’assistenza convenzionale. I prodotti Microsoft hanno un costo, ma l’assistenza da parte del fornitore è prontamente disponibile;

• Affidabilità: l’opinione generale è che il software open source fornisca un sistema più affidabile rispetto a Microsoft, che spesso necessita l’installazione di release di servizio per riparare problemi noti o bug del sistema;

• Competenze: c’è una grande abbondanza di persone con conoscenze relative ai prodotti Microsoft rispetto ad altri sistemi operativi. Questo potrebbe essere importante per la vostra decisione. Anche se il vostro server è ospitato presso un ISP potrebbe essere necessario un lavoro tecnico sul vostro sito che comporti la conoscenza del sistema sottostante;

• Caratteristiche: c’è una differenza tra le caratteristiche disponibili su ogni tipo di server. Su un server Microsoft è possibile ospitare le sue applicazioni per database. Access per esempio Una macchina Unix richiederebbe applicazioni differenti. E’ per questo importante decidere in anticipo le funzioni che si intende implementare sul sito web prima di prendere una decisione;

• Sicurezza: questo è un aspetto di vitale importanza nell’ambiente di hosting. Unix ha dimostrato di essere molto sicuro da intrusioni esterne e virus, e ha la flessibilità di poter configurare il sistema di conseguenza. La maggior parte degli attacchi esterni prende di mira i server Microsoft per sfruttare alcune vulnerabilità note nel sistema operativo.

Sul sistema operativo viene installato il software che effettivamente si occupa dell’hosting web. I più popolari sono Apache (Unix) e Internet Information Server – IIS (Microsoft). Questi si occupano di tutto ciò che ha a che fare con l’hosting delle pagine web, si occupano delle richieste delle pagine da parte dei visitatori e utilizzano programmi e script di vario genere.

Hardware

La macchina su cui tutto risiede può essere vista come un PC più evoluto rispetto a quelli che usiamo generalmente a casa. In realtà si tratta di hardware specializzato con particolari caratteristiche che lo rendono più affidabile rispetto ad un comune PC. Le maggiori case produttrici includono Sun Microsystems, Dell, HP e Compaq.

Ci sono anche macchine particolari dedicate all’hosting web, note come dispositivi server, come il Cobalt di Sun Microsystems, che sono realizzati per assolvere compiti specifici attraverso una relazione più stretta tra software e hardware. Solitamente sono pre-configurati con il software per il server web, il server di posta, DNS, sistema operativo e supporto per particolari applicazioni. E’ possibile amministrarle a distanza attraverso una interfaccia web che permette di mantenere, configurare e operare modifiche.

Ampiezza di banda

Quando il vostro server è connesso ad Internet la velocità del sito, per esempio quanto rapidamente risponde alle richieste, dipende dalla ampiezza di banda. In pratica, la banda è la quantità di traffico consentita tra il vostro sito e il resto della rete Internet. La quantità di banda fornita a un server è determinata dalla quantità delle connessioni di rete. La velocità non dipenderà solo da quanto spesso il sito è richiesto, ma anche dai tipi di file ai quali gli utenti accederanno. Per empio una pagina web contenente un file HTML peserà circa 50KB, mentre una file con una canzone in MP3 si aggirerà intorno ai 4MB.

Quindi se prevedete che il vostro sito genererà molto traffico per il fatto che i vostri file peseranno molto, richiederete maggiore banda per la connessione del vostro server. Diversamente il sito sarebbe poco performante. Se optate per una soluzione con server interno dovrete considerare anche il costo di una connessione ad alta velocità (o a banda larga). D’altra parte se scegliete un ISP esterno, il costo della connessione sarà ridotto e adattato alle esigenze del cliente.

Assicurarsi che il server web abbia sufficiente banda per funzionare adeguatamente è un elemento chiave nella scelta del piano di hosting.

 

Altre caratteristiche

Vale la pena considerare quali altre caratteristiche dovrebbero essere disponibili sul vostro host. Alcune delle seguenti possono essere direttamente parte del sistema operativo o del software del server web, altre dovranno essere installate separatamente:

Server di posta: il server deve supportare le caselle di posta elettronica per il sito, specialmente se la posta verrà spedita tramite lo stesso nome a dominio. In questo caso dovrà essere in grado di gestire la posta in arrivo e in uscita, le caselle di posta degli utenti e qualunque altra necessità come la redirezione dei messaggi.

FTP: l’upload (caricamento) e il download (scaricamento) di pagine o qualunque altro componente dal vostro sito è gestito utilizzando il protocollo di trasferimento file (File Transfer Protocol – FTP).Sul sistema sarà installato quindi un server FTP. Una variante dell’FTP è l’FTP Aninomo con il quale gli utenti possono, senza password, scaricare file che voi avrete reso loro disponibili. L’Amministratore del server può prevedere limiti alla quantità di dati e connessioni simultanee che accedono alle directory FTP.

SSH: solo amministratori esperti dovrebbero usare SSH, che consente l’accesso diretto ai file sul server quindi la possibilità di modificare parti del sistema. Questo è un componente vitale e dovrebbe essere installato, con l’accortezza di assicurarsi che l’accesso sia il più possibile riservato e sicuro.

Estensioni FrontPage: se il vostro sito è realizzato utilizzando il software FrontPage di Microsoft, occorre aggiungere le sue componenti essenziali. Sarà necessario installare e abilitare le estensioni di FrontPage sul server. La maggior parte dei server le implementa come standard, e gli ISP le rendono disponibili direttamente come parte del servizio.

Manutenzione e problemi di sicurezza

Dopo aver realizzato un sito web, è molto facile dimenticarsi di mantenerlo e aggiornarlo. Ciò sta diventando una considerazione sempre più importante perché il successo di ogni sito web dipende da quanto il suo contenuto è aggiornato, interessante e rilevante agli occhi del suo pubblico.

E’ ragionevole, per un sito di piccole dimensioni, essere aggiornato da un individuo in una organizzazione che abbia le capacità necessarie, ma per siti ampi e complessi questa via non sarebbe praticabile. Un sito web è solitamente un misto di immagini grafiche e linguaggio con cui vengono realizzate, cioè l’HTML (HyperText Markup Language – Linguaggio di marcatori per ipertesti). Per realizzare pagine web occorrono la conoscenza dell’HTML e la capacità di progettare il design per un sito web. Fortunatamente ci sono molti eccellenti software sul mercato che facilitano questo compito, si utilizzano come word processor e generano automaticamente il codice HTML. Tra i principali troviamo:

• Macromedia Dreamweaver;

• Microsft FrontPage;

• Adobe GoLive.

Comunque, dopo aver sviluppato un sito web, può essere necessario del tempo per aggiornarlo regolarmente e operare cambiamenti. Vale quindi la pena considerare la possibilità di utilizzare sistemi per la gestione dei contenuti (Content Management System – CMS) laddove sia necessario affidare l’aggiornamento del sito anche a personale che non disponga di particolari competenze tecniche. Sarà sufficiente fare le modifiche e il sito verrà automaticamente rigenerato con i nuovi contenuti.

Un CMS solitamente deve essere incluso nel design originale del sito e richiede l’impiego di speciali programmi, ma l’investimento iniziale verrà ammortizzato dalla rapidità e facilità dei futuri cambiamenti. Esistono CMS commerciali ma è molto importante che soddisfino le esigenze del sito web.

Ci sono anche applicazioni di sviluppo generiche che possono costituire parte del sistema di hosting web come Active Server Pages (ASP) di Microsoft, Macromedia Ultradev, ColdFusion e PHP, il linguaggio di web-scripting open source. La forza di simili prodotti sta nella loro abilità di immagazzinare i contenuti in speciali database attraverso l’uso di maschere (template) per l’inserimento dei dati, che non richiede l’uso di complessi linguaggi di programmazione come Visual Basic, Java o C++. Esempi di database che possono essere utilizzati sono SQL di Microsoft o l’equivalente open source MySQL. Una volta archiviati, i dati possono essere riassemblati automaticamente, creando pagine web attraverso l’uso di template. L’utente deve solo assicurarsi che i dati siano aggiornati. Siti di questo tipo sono spesso usati in applicazioni che producono newsletter da inviare via email, e-zines (electronic magazines – riviste elettroniche). Sono anche particolarmente utili per siti di commercio elettronico dove è necessario mantenere aggiornato, per esempio, un catalogo di prodotti in vendita.

 

Monitorare un sito web

E’ importante monitorare il successo di un sito web e le performance del server. Esistono diversi strumenti disponibili per queste attività.

Statistiche del sito e log: assicuratevi che il server (sia esso interno o esterno) abbia la capacità di conservare le informazioni relative al traffico Internet dei visitatori. Tipicamente la maggior parte dei server tiene traccia di tutte le informazioni relativamente ai dati scambiati. Queste informazioni vengono archiviate in file di log sul server.

Ci sono varie informazioni che possono essere estrapolate dai file di log, per esempio:

• Il numero di visitatori del sito

• Il numero di nuovi visitatori

• Il numero dei visitatori che hanno visto il sito più di una volta

• Attraverso quali motori di ricerca il sito è stato trovato

• Quali parti del sito sono state più visitate

I dati possono essere processati da un software per l’analisi dei log per produrre report statistici con grafici che mostrino in modo comprensibile tutte queste informazioni. Tra questi software troviamo: WebTrends (http://www.webtrends.com) e Analog (free shareware http://www.analog.cx).

La maggior parte degli ISP forniscono il servizio di analisi dei log, ma ci sono anche servizi forniti da terze parti verso le quali è possibile creare un link dal vostro sito. Analizzano le visite da remoto, ad esempio www.thecounter.com, e forniscono le statistiche attraverso un account sul loro sito.

Performance del server e monitoraggio: le performance operative di un sito web sono efficaci nella stessa misura in cui lo stesso server è prestante, quindi è fondamentale vigilare sul server. I server hanno anche degli strumenti per monitorarne gli elementi come:

• CPU (processore)

• Memoria

• Uso del disco

• Performance della rete

• Utilità di back-up

Aggiornamento del server: col tempo saranno molte le occasioni in cui i software necessiteranno di un aggiornamento per risolvere problemi noti o per l’installazione di nuove versioni del software stesso. Anche i componenti hardware possono dover essere sostituiti o aggiunti per aumentare la capacità e le prestazioni; più memoria o un disco fisso più capiente, per esempio.

Misure di sicurezza

La sicurezza di un sito web e del server che lo ospita è di fondamentale importanza e non va presa con leggerezza. Un hosting web è esposto ad attacchi da diverse fonti, inoltre è possibile un accesso fraudolento dall’interno della vostra stessa organizzazione.

Gli strumenti e le tecniche per mantenere un buono standard di sicurezza del vostro sito comprendono:

• Firewall: è una barriera contro le intrusioni indesiderate nel sistema. Può essere sia software che hardware. Necessita di una configurazione iniziale per funzionare in maniera efficace in modo concedere solo accessi legittimi e prevenire accessi dannosi. Se state usando un ISP esterno, avrà il sistema firewall necessario. Se invece vi trovate in co-location o avete un server interno, allora è cruciale implementare le adeguate misure di sicurezza. Se necessario affidatevi ad uno specialista.

• Hackers e virus: questi possono essere prevenuti implementando controlli corretti e misure di sicurezza sul server. Gli hackers sono utenti che cercano di avere accesso al vostro sistema in vari modi. I virus sono programmi che cercano di eseguire attività maligna sul vostro sistema, frequentemente arrivando al server attraverso canali legittimi come la posta elettronica. I firewall, come già osservato, prevengono la maggior parte degli attacchi hackers, ma è anche necessario che sul server sia installato un buon software antivirus, il quale deve essere costantemente aggiornato.

• Accesso dell’amministratore: un’area che spesso è dimenticata e lasciata aperta è quella per l’amministrazione giornaliera del sistema. L’uso di nomi utente e password deve essere attentamente controllato e concesso solo a personale autorizzato.

• Limitare l’accesso degli utenti al sito: un sito web dovrebbe prevedere un controllo sugli accessi come parte delle sue funzionalità, per esempio le iscrizioni (è possibile che alcuni siti richiedano l’iscrizione, a pagamento o meno, per usufruire dei suoi servizi). E’ vitale che il sito sia progettato in modo che non venga compromesso.

In aggiunta vi sono molte implicazioni legali per i siti web, e potrebbe essere necessario consultare un legale specializzato. Assicuratevi sempre che:

• I termini e le condizioni di utilizzo del sito siano chiari per il visitatore;

• Le informazioni sulla tutela della privacy siano incluse (D.Lgs. del 30.06.2003 nº 196);

• Le informazioni sul copyright e sulla proprietà intellettuale siano chiare per tutto il contenuto del sito.

Interfaccia utente e strumenti di sviluppo

Molti siti web hanno interfacce utente molto sofisticate per rendere piacevole l’esperienza del visitatore o per fornire particolari tipi di interazione tra l’utente e il sito.

• Form: tipicamente usati quando il sito richiede informazioni al visitatore, si presentano come moduli da compilare (ad esempio una iscrizione che richieda l’inserimento dei propri dati personali). Dietro a un modulo, in genere, funziona uno script o un programma che processa i dati inseriti. Molti servizi di hosting forniscono questo tipo di servizio come standard permettendo al cliente una alta personalizzare.

• Streaming e plug-in: effetti sofisticati e interazione tra utente e sito web possono essere ottenuti con l’uso di tecnologie complementari. Simili effetti prevedono però che l’utente abbia installato i necessari plug-in sul browser del proprio computer. Browser è un nome generico per indicare un software che visualizza le pagine web, i più comuni sono Internet Explorer e Netscape. I tipi di plug-in possono variare a seconda del tipo di contenuto da visualizzare. Per la grafica in movimento vengono usati Macromedia Flash e Shockwave, utilizzati per creare animazioni o giochi interattivi per esempio. Il software è inglobato nello sviluppo del sito stesso, con poche implicazioni lato server. Per la musica e lo streaming video (video in tempo reale) sono richieste molte risorse al server non solo per salvare i dati, ma per ospitare un software per lo streaming e trasferire queste informazioni agli utenti. Microsoft Windows dispone di questo software all’interno del sistema operativo, ma esistono software di terze parti come Real Player e QuickTime.

• Applicazioni ospitate sul server: i programmi possono essere utilizzati sul proprio computer o tramite la rete, è quindi possibile salvare delle applicazioni sul server e renderle disponibili agli utenti Internet; tra queste calendari, diari, posta elettronica con interfaccia web e simili. Possono essere applicazioni di terze parti o, in alternativa, possono essere scritte appositamente per il vostro sistema.

• Database: l’uso di database può servire per l’utilizzo di CMS e applicazioni che girano direttamente sul server.

Strumenti di sviluppo

E’ molto importante disporre di componenti sul server web che rispecchino le vostre esigenze nell’immediato e nel futuro. Questo vale anche per gli strumenti utilizzati per sviluppare il sito. Alcuni elementi saranno specifici e sarà importante considerare ogni possibilità durante la scelta del tipo di hosting, altri sono più generici e comportano decisioni meno critiche.

Programmi: noti come script CGI (Common Gateway Interface), questi dovranno essere specifici per il vostro sistema e solo alcuni piani di hosting li prevedono. Assicuratevi di aver scelto il tipo corretto per il vostro ambiente. Ad esempio Perl, CFM, ASP, SQL, Java, JavaScript e JSP.

Editor web: generalmente il software usato per creare pagine web non è specifico per il tipo di server, ma esistono caratteristiche aggiuntive, che permettono l’interazione con i database per esempio, che invece sono dedicate. Esempi di editor sono: Microsoft FrontPage, Macromedia Dreamweaver/Ultradev, Adobe GoLive.

Allo stesso modo il software per la grafica è indipendente dalla piattaforma usata per l’hosting, per esempio Adobe Photoshop, Macromedia Fireworks e PaintShop Pro.

Servizi e-business

Una delle applicazioni più utilizzate su un sito web è l’e-commerce, che consente l’acquisto online di beni e servizi. In questo caso potrebbe essere opportuno utilizzare un servizio di terze parti piuttosto che realizzare una piattaforma di e-commerce alla meglio.

E’ possibile inserire un link nel vostro sito che colleghi il servizio di e-commerce offerto da terze parti in modo da amministrare il vostro catalogo prodotti, permettere al visitatore di scegliere i prodotti e inserirli in un carrello della spesa, e in più gestire i pagamenti con carta di credito. Questo permette di fornire un servizio di pagamenti sicuri senza doverlo implementare sul vostro sistema. Lo svantaggio è solo in termini di possibilità di personalizzazione per integrare il servizio nel vostro sito.

Esempi di questi servizi sono:

• WorldPay: www.worldpay.co.uk

• Nexbanx: www.netbanx.com

• ShopCreator: www.shopcreator.com

Ci sono anche pacchetti software che permettono di sviluppare il proprio sito di e-commerce. Sono basati su template che possono essere modificati per adattarsi alle vostre specifiche esigenze. Il codice risultante e le pagine saranno poi caricati sul server. Richiedono qualche competenza tecnica ma sono comunque molto veloci ed economici piuttosto che sistemi sviluppati su misura.

Dal punto di vista dell’hosting è importante che qualunque soluzione che preveda e-commerce risieda su un server sicuro. Sicurezza e fiducia sono elementi cruciali per qualunque tipo di commercio, sia esso business-to-business (es. un rapporto grossista-azienda) o business-to-consumer (es. azienda-utente finale). Se intendete usare un ISP esterno piuttosto che una soluzione interna dovrete considerare quale software per la sicurezza del server utilizza, se offre un servizio di autenticazione digitale, qual’e il fornitore del servizio di pagamenti elettronici e il software per la vendita.

Intranet

Una intranet è una rete privata, di una compagnia ad esempio, che utilizza la stessa architettura e protocolli di rete di Internet. E’ una rete privata interna protetta normalmente da firewall. Senza un firewall utenti non autorizzati potrebbero avere accesso via Internet, dal momento che entrambe, Intranet e Internet, sono connesse per mezzo di un comune gateway.

Per la sua natura di rete privata, rispetto a quanto accade per un sito web, alcune considerazioni sui server possono essere evitate. Per esempio, esiste più controllo su quali tecnologie l’utente utilizza per visualizzare le informazioni e quali interfacce sono disponibili. La sicurezza non è qui in discussione, dal momento che il pubblico è noto e il pericoli legati alla sicurezza sono molto più gestibili. Il risultato è una maggiore flessibilità in termini di design del sito e le necessità lato server possono essere molto più specifiche.

Conclusioni

Per determinare quale tipo di servizio di hosting soddisfa le vostre esigenze, dovete avere un’idea molto chiara del panorama dei servizi che il vostro sito offrirà, in modo da scegliere il giusto software e i giusti strumenti che andrete ad utilizzare. Questa decisione giocherà un ruolo significativo sulla scelta del piano di hosting da adottare.

Fondamentale è dotarsi delle competenze tecniche necessarie per progettare, realizzare e mantenere un sito web. Per sviluppare un sito di e-commerce sono necessarie conoscenze più approfondite e le abilità per mantenere e aggiornare un sito di questo tipo non dovrebbero essere sottovalutate.

Occorre inoltre considerare attentamente l’implicazione delle risorse necessarie per sviluppare e mantenere un sito web interno, quindi l’utilizzo di un fornitore esterno potrebbe essere una opzione più realistica. Esistono pro e contro per ciascuna scelta, come già discusso in questa guida. La chiave è avere un approccio sistematico per identificare le necessità del sito e valutare le opzioni disponibili. La lista seguente fornisce una base di partenza per determinare l’approccio migliore:

• Considerate le esigenze tecniche

o Sistema operativo

o Hardware

o Sicurezza

o Caratteristiche future

o Espandibilità e flessibilità

o Ampiezza di banda

o Monitoraggio e statistiche

o Back-up

• Pianificare il tipo di sito web

o Creare e sviluppare il sito

o Mantenere il sito

o Software e sistemi necessari al funzionamento del sito

o Necessità di e-commerce

o Accertamento delle risorse

o Costi

o Competenze

o Disponibilità per supporto e risoluzione dei problemi

• Selezionare la soluzione di hosting più appropriata

o Co-location

o Server condiviso

o Interna

Il futuro

L’unica cosa certa, riguardo un sito web del futuro, è che la tecnologia diventerà sempre più sofisticata e a buon mercato. Già adesso vediamo video-on-demand, Internet tramite la TV digitale, trasmissioni digitali, accesso al web tramite cellulare e l’uso di Internet per telefonare. In più, l’aumento delle connessioni veloci con ADSL e reti senza fili, Bluetooth (connessione senza fili a corto raggio) e comunicazioni SMS stanno avendo un enorme impatto sia sulla tecnologia che sulla società.

E’ sempre difficile pianificare un ambiente dove la tecnologia cambia così rapidamente, ma non è necessariamente proibitivo in termini di costi prevedere possibili futuri cambiamenti del vostro investimento rispetto alle scelte operate oggi. Laddove possibile esagerate sempre sulle vostre esigenze, di sicuro vi servirà per adattarvi alle sfide future imposte dalla dinamica crescita di Internet.