Shared Colocation e Dedicated Hosting, la guida

Quando usiamo Internet per accedere al World Wide Web, diventa facile dare per scontato cio che sta effettivamente accadendo effettivamente. L'apparente semplicita nasconde il reale livello di complessita che permette al web di funzionare. Connettere il computer alla linea telefonica, avviare il browser e trovare un sito web sono operazioni che racchiudono una serie di tecnologie di intercomunicazione e sistemi nascosti al pubblico.

Interfaccia utente e strumenti di sviluppo

Molti siti web hanno interfacce utente molto sofisticate per rendere piacevole l’esperienza del visitatore o per fornire particolari tipi di interazione tra l’utente e il sito.

• Form: tipicamente usati quando il sito richiede informazioni al visitatore, si presentano come moduli da compilare (ad esempio una iscrizione che richieda l’inserimento dei propri dati personali). Dietro a un modulo, in genere, funziona uno script o un programma che processa i dati inseriti. Molti servizi di hosting forniscono questo tipo di servizio come standard permettendo al cliente una alta personalizzare.

• Streaming e plug-in: effetti sofisticati e interazione tra utente e sito web possono essere ottenuti con l’uso di tecnologie complementari. Simili effetti prevedono però che l’utente abbia installato i necessari plug-in sul browser del proprio computer. Browser è un nome generico per indicare un software che visualizza le pagine web, i più comuni sono Internet Explorer e Netscape. I tipi di plug-in possono variare a seconda del tipo di contenuto da visualizzare. Per la grafica in movimento vengono usati Macromedia Flash e Shockwave, utilizzati per creare animazioni o giochi interattivi per esempio. Il software è inglobato nello sviluppo del sito stesso, con poche implicazioni lato server. Per la musica e lo streaming video (video in tempo reale) sono richieste molte risorse al server non solo per salvare i dati, ma per ospitare un software per lo streaming e trasferire queste informazioni agli utenti. Microsoft Windows dispone di questo software all’interno del sistema operativo, ma esistono software di terze parti come Real Player e QuickTime.

• Applicazioni ospitate sul server: i programmi possono essere utilizzati sul proprio computer o tramite la rete, è quindi possibile salvare delle applicazioni sul server e renderle disponibili agli utenti Internet; tra queste calendari, diari, posta elettronica con interfaccia web e simili. Possono essere applicazioni di terze parti o, in alternativa, possono essere scritte appositamente per il vostro sistema.

• Database: l’uso di database può servire per l’utilizzo di CMS e applicazioni che girano direttamente sul server.

Strumenti di sviluppo

E’ molto importante disporre di componenti sul server web che rispecchino le vostre esigenze nell’immediato e nel futuro. Questo vale anche per gli strumenti utilizzati per sviluppare il sito. Alcuni elementi saranno specifici e sarà importante considerare ogni possibilità durante la scelta del tipo di hosting, altri sono più generici e comportano decisioni meno critiche.

Programmi: noti come script CGI (Common Gateway Interface), questi dovranno essere specifici per il vostro sistema e solo alcuni piani di hosting li prevedono. Assicuratevi di aver scelto il tipo corretto per il vostro ambiente. Ad esempio Perl, CFM, ASP, SQL, Java, JavaScript e JSP.

Editor web: generalmente il software usato per creare pagine web non è specifico per il tipo di server, ma esistono caratteristiche aggiuntive, che permettono l’interazione con i database per esempio, che invece sono dedicate. Esempi di editor sono: Microsoft FrontPage, Macromedia Dreamweaver/Ultradev, Adobe GoLive.

Allo stesso modo il software per la grafica è indipendente dalla piattaforma usata per l’hosting, per esempio Adobe Photoshop, Macromedia Fireworks e PaintShop Pro.