Sun brevetta i propri datacenter portatili

Sun ha deciso di porre sotto brevetto i propri datacenter portatili, il progetto MD S20, chiamato formalmente Project BlackBox. Come abbiamo avuto modo di dire piu volte si tratta di containers in grado di ospitare al loro interno centinaia di server, garantendo ottimi livelli di gestione. Nei brevetti varati da Sun per il proprio prodotto sono inclusi W. Daniel Hillis e Bran Ferren, le due figure che hanno lavorato all'ideazione e alla progettazione del datacenter portatile all'interno del gruppo di Sun.

Sun ha deciso di porre sotto brevetto i propri datacenter portatili, il progetto MD S20, chiamato formalmente Project BlackBox. Come abbiamo avuto modo di dire più volte si tratta di containers in grado di ospitare al loro interno centinaia di server, garantendo ottimi livelli di gestione. Nei brevetti varati da Sun per il proprio prodotto sono inclusi W. Daniel Hillis e Bran Ferren, le due figure che hanno lavorato all’ideazione e alla progettazione del datacenter portatile all’interno del gruppo di Sun.

I brevetti riguardano in particolare i sistemi di ariazione (Balanced chilled fluid cooling system e Cooling air flow loop) utilizzati all’interno del container e i racks utilizzati per il posizionamento dei servers; sono stati depositati nel 2006, quando Sun presentò il nuovo progetto, ma sono stati approvati e resi pubblici solamente ora.

Sun non è la sola impegnata sul fronte dei datacenter all’interno di containers, Microsoft sta pensando ad una simile soluzione e Intel ha dichiarato di voler considerare questa soluzione. Google, che ha già depositato un brevetto in merito a questa tipologia di datacenter, per ora sembra non intenzionata a portare avanti il suo progetto.