Tavole da snowboard ed e-commerce, un consiglio bastava

Mi piacerebbe imparare a fare snowboard. Non ho assolutamente idea di come si faccia, ma so per certo che mi serve dell'attrezzatura! Mi fiondo su Google.it e inizio a cercare: voglio farmi una idea dei prezzi di tavole, caschi, guanti, parapolsi (forse servono si) e altre cose. Trovo diversi negozi online, poi scelgo quello che mi sembra essere il piu fornito a vista d'occhio, un sacco di marche, di tavole (suddivise per marche) e decine di foto.

Mi piacerebbe imparare a fare snowboard. Non ho assolutamente idea di come si faccia, ma so per certo che mi serve dell’attrezzatura! Mi fiondo su Google.it e inizio a cercare: voglio farmi una idea dei prezzi di tavole, caschi, guanti, parapolsi (forse servono si) e altre cose

snowshop.jpg

Trovo diversi negozi online, poi scelgo quello che mi sembra essere il più fornito a vista d’occhio, un sacco di marche, di tavole (suddivise per marche) e decine di foto. Scorro un po’ di pagine, vago da un prezzo ad un altro, da 100 a 500 Euro per lo stesso oggetto e naturalmente mi chiedo il perchè: le descrizioni riportano però tutte solamente le caratteristiche, la bontà di quella marca o semplicemente i dettagli tecnici. 

Sono punto e capo!

Cosa succede in un negozio reale? Entro, espongo chiaramente il mio problema al proprietario e ricevo dei consigli. Questa è la parte fondamentale, per me che non capisco nulla di ciò che voglio comprare i consigli sono preziosi, perchè è pur vero che posso informarmi online, ma se sono già nel negozio, di sicuro mi fa piacere riceverne da chi vende direttamente quel prodotto. 

L’E-commerce online non è molto diverso dalla vendita di un negozio reale, per molti versi è peggiore, perchè qui la concorrenza non è in una via vicina, ma ad un click di distanza. Finito il tempo in cui bastava aprire un negozio online per poter vendere i propri prodotti, oggi la differenza nell’e-commerce la fa anche l’attenzione ai dettagli. 

Un e-commerce dovrebbe quindi saper guidare anche il suo cliente, proporgli delle spiegazioni e in generale andare a utilizzare una serie di contenuti che spieghino il possibile acquisto anche al cliente più inesperto.

Non parlo di documentazione da leggere online, in 100 o 200 pagine, ma di veri e propri contenuti ad hoc per ogni scheda prodotto che consiglino anche il cliente e aiutino il negozio a migliorare la propria strategia di vendita. Spiegarmi per esempio che un determinato prodotto è adatto ad una certa fascia di utilizzatori, con le motivazioni, e aiutarmi quindi ad inquadrare quale dovrei comprare: io, in fondo, non avevo alcuna idea di quale budget dovessi mettere a disposizione per acquistare l’attrezzatura. 

Molti dei successi nel campo e-commerce dipendono dalla cura per i dettagli e da quanto si riesce a portare online l’esperienza del mondo online: chi entra in un negozio riceve consigli, suggerimenti. Trovare i contenuti e le modalità per farlo online, a mio parere, può fare la differenza nel numero di ordinativi che si raccolgono a fine mese.