Virtualizzazione, le dieci aziende leader del mercato

Le dieci aziende che per qualità delle soluzioni proposte e tecnologie adoperate si distinguono nel competitivo mercato della virtualizzazione

Amazon

Nella seconda metà della classifica spunta AWS. EC2 (Elastic Compute Cloud) è indicata dall’editorialista come la piattaforma di virtualizzazione standard per l’industria; da ricordare inoltre il pieno supporto ad EC2 da parte di Ubuntu Server ed Engine Yard (piattaforma di orchestrazione cloud per il monitoraggio e deploy di applicazioni).

 

Google

Probabilmente “virtualizzazione” non è una delle parole che vengono subito in mente quando si pensa a Mountain View ma l’azienda dispone di un software di gestione per cluster di server virtuali, Google Ganeti, completamente opensource e sviluppato partendo da solide basi (Xen e KVM).

 

Odin (Parallels)

Lo scorso anno la compagnia ha effettuato un’operazione di rebrand passando da Parallels ad Odin, nonostante la “riconoscibilità” acquisita grazie a prodotti come Parallels Desktop e Server per Mac ma non solo. Anche Parallels Cloud Server ha cambiato nome divenendo Virtuozzo, soluzione destinata all’esecuzione di applicazioni nei container.

 

Huawei

La compagnia cinese è una delle ultime arrivate nel mercato (2011): sebbene non abbia ancora messo piede in USA, è riuscita in cinque anni ad instaurare solidi rapporti con le aziende nazionali, russe, indiane e brasiliane. La soluzione di virtualizzazione di Huawei è FusionSphere (sviluppata su base Xen).

 

Verde VDI

In chiusura vengono citati gli inventori dell’infrastruttura di virtualizzazione desktop (VDI), Virtual Bridge, acquisiti circa 10 mesi fa da NIMBOXX. La soluzione proposta sul mercato dalla compagnia  si chiama VERDE e consente il deploy di desktop Linux e Windows da qualsiasi server Linux (32/64-bit) con kernel 2.6 o superiore.