VMware aggiunge il supporto .NET alla propria PaaS

VMware, i cui prodotti core sono specializzati nella virtualizzazione di workload Window e Linux, sta compiendo interessanti manovre nel campo PaaS con la sua offerta Cloud Foundry. CloudFoundry.com e una soluzione PaaS nella quale e possibile implementare ed eseguire le proprie applicazioni web senza sporcare in giro con OS sottostanti o stack di applicazioni. C'e anche il Micro Cloud Foundry, che e un'immagine di una macchina virtuale che possiamo implementare nel nostro hardware per montare il nostro Cloud Foundry.

 VMware, i cui prodotti core sono specializzati nella virtualizzazione di workload Window e Linux, sta compiendo interessanti manovre nel campo PaaS con la sua offerta Cloud Foundry. CloudFoundry.com è una soluzione PaaS nella quale è possibile implementare ed eseguire le proprie applicazioni web senza sporcare in giro con OS sottostanti o stack di applicazioni. C’è anche il Micro Cloud Foundry, che è un’immagine di una macchina virtuale che possiamo implementare nel nostro hardware per montare il nostro Cloud Foundry.

Andando un po’ oltre, il software che alimenta Cloud Foundry è open source e disponibile su GitHub sotto una licenza Apache Software, quindi chiunque sia interessato può darci un’occhiata. E’ molto interessante che VMware, una compagnia che fattura un sacco di soldi vendendo complessi software proprietari, abbia abbracciato lo sviluppo di modelli software liberi per la propria offerta Platform-as-a-Service. E’ anche importante notare come le altre maggiori offerte Linux PaaS, Red Hat Open Shift, non siano ancora open source. Mentre OpenShift è interamente basata su Linux e Microsft Azure è interamente basata su Windows, Cloud Foundry conserva l’agnosticismo di VMware nei confronti di un OS predefinito.

L’offerta di default è Linux, ma recententemente è stato aggiunto il supporto .NET. Il valore a lungo termine di .NET in Cloud Foundry rimane ancora da vedere, in quanto c’è ancora bisogno di fornire la propria licenza legale di Microsoft Windows per ogni istanza che si voglia implementare. In ogni caso grazie a Cloud Foundry – che gira su Linux ma gestisce DEA basate su Windows – gli sviluppatori avranno un modello comune per implementare e scalare sia applicazioni Java che .NET, oltre ai più nuovi framework supportati da Cloud Foundry.