Werner Vogels di Amazon AWS e il futuro del cloud computing

Cloud computing al servizio delle PMI per migliorare le opportunità di business, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Parola di Vogels

Il futuro del cloud computing è nei paesi in via di sviluppo, in quelli privi di soluzioni tecnologiche IT avanzate e nelle regioni del mondo arretrate che stanno scoprendo ora un nuovo modo di fare economia e di progredire attraverso l’IT e, in particolare, con i mezzi offerti dalla nuvola.

Ad affermare tutto questo è una persona che meglio di chiunque altro al mondo ha il polso della situazione del cloud computing sull’intero globo: stiamo parlando di Werner Vogels, il CTO di Amazon.Werner Vogels di Amazon AWS e il futuro del cloud computing

Vogels, raggiunto da un intervistatore di GigaOM, non risparmia previsioni serene per la nube, che potrebbero presto realizzarsi.

Vogels non è nuovo ad anticipazioni che poi si sono avverate con il tempo: qualche anno fa, infatti, durante un’intervista, il CTO aveva affermato che il modello pay-as-you-go connaturato alle offerte di cloud computing sarebbe stato il miglior modo per attrarre differenti attività di impresa e differenti startup. A pochi anni di distanza, il pronostico di Vogels si è avverato e Amazon è ora il cuore pulsante di molte iniziative di startup.

E come tutti gli intenditori consci della propria padronanza in un settore, a distanza di quattro anni l’anticonformista CTO di Amazon lancia una nuova previsione: le aziende globali e le PMI del pianeta abbracceranno il cloud e le soluzioni SaaS, ottenendo benefici e notevoli stimoli di crescita.

E non è tutto: secondo Vogels, il cloud avrà maggiore impatto proprio nei paesi in via di sviluppo, dove non vi sono presenti particolari infrastrutture tecnologiche o dove i mezzi sono comunque vetusti e scarsi.

Lo stile e l’inconfondibile eleganza di Vogels non si smentisce e la sua premonizione non viene data in pasto al grande pubblico senza lucide motivazioni.

Così, per spiegare quanto sostiene, il CTO di Amazon fa un paragone interessante: il cloud computing e il Software as a Service consentiranno a molti paesi di superare i vecchi modelli infrastrutturali IT e la scarsità di mezzi informatici, così come la telefonia cellulare ha superato la mancata diffusione delle linee fisse e la connettività DSL è stata superata dall’avvento della fibra.

In pratica, il cloud computing democratizzerebbe l’accesso alla risorse IT, come dimostra, d’altra parte, la continua diffusione di client e sistemi di accesso a Internet alla portata di tutti (tablet, Chrome OS, smartphone, ecc), capaci di rendere l’IT abbordabile anche per gli utenti delle economie emergenti.

Cloud computing in crescita anche a livello internazionale

Werner Vogels di Amazon AWS e il futuro del cloud computing“Il cloud computing sta eliminando la necessità di infrastrutture IT e di conseguenza stiamo assistendo a come la nuvola si stia espandendo a livello internazionale e a come le aziende a contatto con essa stiano evolvendo”, afferma Vogels. L’impatto del cloud computing a livello internazionale ha appena iniziato a mostrare i suoi effetti benefici e Amazon vuole essere parte attiva di questa rivoluzione, anche se dovrà iniziare a fare i conti con tutta una serie di competitor locali, come Alibaba in Cina o Telefonica in America Latina e Spagna.

Di fronte a essi, Amazon ha un vantaggio non da poco in termini di competenze, capacità di offerta ed evoluzioni della piattaforma, elementi che permetteranno agli AWS di diventare un business da 9 miliardi di dollari entro il 2015. Infatti, secondo Vogels: “C’è stato un aumento enorme del cloud negli Stati Uniti e questa tendenza al rialzo continuerà” e allo stesso tempo: “La crescita a livello internazionale sta accelerando, perché sempre più aziende stanno toccando con mano i vantaggi della nuvola”.

Cloud computing SaaS: un aiuto concreto alle PMI

Sempre dalla bocca del CTO di Amazon proviene un altro spunto di analisi interessante: molti paesi hanno sistemi vetusti e software ancora più vecchi. Il vecchiume delle soluzioni, i costi delle licenze e la scarsa predisposizione alla tecnologia complicata da parte delle PMI stanno offrendo un’infinità di opportunità di innovazione in senso SaaS. Un esempio su tutti è la piattaforma di gestione alberghiera Hotelogix, sviluppata da una startup indiana. Hotelogix offre un sistema di management alberghiero come un servizio raggiungibile via Web, adatto agli hotel di piccole e medie dimensioni che non si possono permettere piattaforme proprietarie dai costi di licenza esorbitanti. Molti alberghi sono stati portati online per la prima volta proprio dall’applicativo offerto in SaaS, che rappresenta quindi il migliore esempio di come questa modalità sia capace di cambiare il business delle PMI.

Werner Vogels di Amazon AWS e il futuro del cloud computing

Il sistema basato su cloud si rivela molto più conveniente rispetto ai sistemi ERP tradizionali, e la sua economicità ed efficienza permettono un incremento di adozione e, di conseguenza, un aumento della domanda a cui non può che seguire un aumento dell’offerta da parte di differenti aziende. Insomma, un giudizio che aziende del calibro di Oracle e SAP non vorrebbero mai sentire pronunciare.

Il cloud computing e l’SaaS saranno quindi i nuovi strumenti con cui le imprese ricominceranno a competere e “l’impatto del cloud e SaaS sarà enorme sulle PMI”, afferma Vogels, che sostiene anche che la crescita di Amazon sarà proprio guidata da questi business di piccole e medie dimensioni.

Il vero scoglio per Amazon, così come per molte aziende cloud statunitensi, sarà nel risolvere i problemi normativi e giuridici nei mercati non-USA, acutizzati con lo scandalo del Datagate. Infatti, AWS ha impiegato non poco prima di iniziare a fare affari in Cina e, dopo lo scandalo, Amazon e altre sue concorrenti si ritrovano a dover fronteggiare la chiusura di alcuni mercati come quello brasiliano, quello tedesco e di altri paesi europei.

Ciononostante, per Amazon, le prospettive di espansione globale sono rosee e per quanto le opportunità per le aziende americane siano sensibilmente calate, l’espansione globale non potrà essere di certo rallentata per molto tempo.

Vogels parla quindi di impatto a livello internazionale, evoluzioni dei modelli di business e vantaggi economici e di crescita per chiunque entri in contatto con il cloud computing e conclude dicendo: “Amo essere parte di questo cambiamento”.