Windows Azure, la cloud di Microsoft è realtà. Non solo software e linguaggi MS

Dopo aver lasciato trascorrere ben un anno dal lancio ufficiale (ricordate Steve Ballmer), ora in occasione della PDC 2009, Ray Ozzie di Microsoft conferma il lancio ufficiale del servzio per il prossimo anno, con l'inizio delle sottoscrizioni a Febbraio 2010. Non bisogna pensare a Windows Azure come un semplice servizio che si aggiunge al portfolio Microsoft, Azure ha intenzione di divenire una piattaforma solida per aiutare Microsoft anche a distribuire i propri prodotti, non piu con cd e licenze, ma via web, con semplici download.

Dopo aver lasciato trascorrere ben un anno dal lancio ufficiale (ricordate Steve Ballmer), ora in occasione della PDC 2009, Ray Ozzie di Microsoft conferma il lancio ufficiale del servzio per il prossimo anno, con l’inizio delle sottoscrizioni a Febbraio 2010. Non bisogna pensare a Windows Azure come un semplice servizio che si aggiunge al portfolio Microsoft, Azure ha intenzione di divenire una piattaforma solida per aiutare Microsoft anche a distribuire i propri prodotti, non più con cd e licenze, ma via web, con semplici download.

azure_18_11_2009.gif

Windows Azure ha un proprio sistema operativo, delle versioni modificate di software come SQL Server 2008 e la possibilità di supportare non solo applicazioni sviluppate sulle classiche piattaforme Microsoft, come .NET, ma anche su Ruby, PHP o Java. Proprio così, contrariamente a quello che si pensava, la piattaforma cloud di Microsoft permetterà di acquistare lo spazio, la banda e le risorse di rete che necessitiamo, per poi portare nel sistema cloud applicazioni scritte anche in linguaggi opensource, come PHP appunto. Chi utilizza Eclipse potrà fare il deployment direttamente su Azure, così come non bisognerà rinunciare a MySQLApache, nel caso decidessimo di portare i nostri siti sulla cloud.

La tecnologia di Microsoft cerca di favorire tutte le possibilità di un sistema cloud, si può quindi dirottare il carico delle applicazioni da locale alla cloud, utile nel caso si debba gestire picchi di traffico improvvisi, e ancora la possibilità di usare AppFabric (il “motore” di Azure) per spostare le applicazioni facilmente, con la necessità di installarle una sola volta.

Il marketplace e un nuovo approccio alla cloud

Si chiama Pinpoint, ed è un marketplace dedicato alle applicazioni progettate per Azure, con questo presupposto Microsoft crede che la sua piattaforma diverrà un luogo dove sviluppare grandi applicazioni, e adattare quelle presenti per funzionare in un ambiente che, teoricamente, può fornire risorse illimitate, al crescere delle esigenze.

Per la prima volta Microsoft cambia l’approccio al cloud computing, e lo fa grazie alla sua natura di software house, in grado quindi di adattare quel che già viene fatto per l'”offline”, anche nel passaggio sul web. Fornire un marketplace vuol dire acquisire nuovi partners e dare risalto alla piattaforma, un modello che funziona egregiamente in altri campi, come quello del software per iPhone. L’apertura verso linguaggi opensource e ambienti non di casa Microsoft cambia anche lo scenario di utilizzo di Azure: se un anno fa si credeva in una piattaforma completamente incentrata sul software MS, oggi si pensa ad un ambiente che può accogliere anche prodotti noti, come MySQL o Apache, con la popolarità e il numero di utenti che portano con se.

Costi e locations di Azure

Per la data di lancio non saranno disponibili i soli data center americani, quelli che Microsoft ha pensato con l’utilizzo di decine di containers, ma anche data center europei, in Europa ad Amsterdam e Dublino, mentre in Asia il servizio sarà ospitato nei data centers di Hong Kong e Singapore

Qui Microsoft ha il vantaggio di poter realizzare nuovi data centers ad una maggiore velocità rispetto ai competitors, oltre a poter disporre di una tecnologia ormai solida per la realizzazione di data centers tramite l’uso dei containers. 

Microsoft ha anche annunciato i costi del servizio, da un primo sguardo sembrano allineati ad altri servizi, come quelli di Amazon:

Schermata 2009-11-18 a 12.34.40.png