Windows Server 2008 riduce il consumo energetico

Torna sulle pagine di cronaca Windows Server 2008, il nuovo sistema operativo lato server di casa Microsoft rilasciato lo scorso 28 Febbraio 2008. In un whitepaper appena pubblicato dalla compagnia si parla di un risparmio energetico del 10% derivante dall'utilizzo del nuovo sistema operativo: la comparazione non e stata fatta ponendo a confronto sistemi operativi non Windows, come ad esempio Linux, ma ponendo a confronto due macchine, una equipaggiata con Windows Server 2008 e una con Windows Server 2003.

Torna sulle pagine di cronaca Windows Server 2008, il nuovo sistema operativo lato server di casa Microsoft rilasciato lo scorso 28 Febbraio 2008. In un whitepaper appena pubblicato dalla compagnia si parla di un risparmio energetico del 10% derivante dall’utilizzo del nuovo sistema operativo: la comparazione non è stata fatta ponendo a confronto sistemi operativi non Windows, come ad esempio Linux, ma ponendo a confronto due macchine, una equipaggiata con Windows Server 2008 e una con Windows Server 2003.

Il paragone è avvenuto su una macchina equipaggiata con due processori dualcore, 4GB di Ram, e sistema operativo Windows Server 2003 R2 Enterprise x64 Edition con Service Pack 2. Eseguito il primo test, i tecnici hanno formattato la macchina ed eseguito l’installazione di Windows Server 2008 Enterprise Edition. A test concluso è risultato nettamente inferiore il consumo dell’installazione Windows Server 2008, con un 10% in meno di consumi, dovuti principalmente alle migliorie apportate nella gestione energetica e soprattutto all’utilizzo della virtualizzazione, grazie al nuovo hypervisor di casa Microsoft, Hyper-V.

Microsoft ha spiegato chiaramente come aggiungere più macchine virtuali sullo stesso server fisico non comporti diminuzioni di prestazioni e al contempo non aumenti il consumo energetico, facendo si che aggiungere macchine non abbia praticamente alcun svantaggio. Nonostante non ci siano ancora test significativi sulla nuova piattaforma di virtualizzazione, Microsoft ha dichiarato che il vantaggio nella gestione dei consumi deriva da una feature che attualmente implementa solamente Hyper-V e non competitors come Xen o VMware: Hyper-V riesce a regolare la quantità di voltaggio diretta alla CPU in base al load della macchina.

Attualmente Microsoft prevede di poter rilasciare la versione completa e definitiva di Hyper-V per la metà di Agosto, allora le prove saranno numerose e ci sarà sicuramente modo di prendere visione di nuovi dati anche sul risparmio energetico apportato.