YouTube lancia il primo comedy show in diretta

"E l'inizio di cio che farebbe una rete televisiva via cavo, se fosse gestita da pazzi": Rob Barnett, veterano di Hollywood e fondatore/Ceo di My Damn Channel ama gli slogan scherzosi, ma e molto serio nella sua intenzione di ricreare l'esperienza di una tv via cavo su Internet. La prossima settimana la societa di Barnett fara il passo piu importante in questa direzione, portando un programma online.

È l’inizio di ciò che farebbe una rete televisiva via cavo, se fosse gestita da pazzi”: Rob Barnett, veterano di Hollywood e fondatore/Ceo di My Damn Channel ama gli slogan scherzosi, ma è molto serio nella sua intenzione di ricreare l’esperienza di una tv via cavo su Internet. La prossima settimana la società di Barnett farà il passo più importante in questa direzione, portando un programma online. My Damn Channel lancerà, infatti, un quotidiano comedy show live su Youtube, con interviste in diretta e interazione con il pubblico in tempo reale. Lo spettacolo sarà condotto da Beth Hoyt e prevede interviste con star di Hollywood e celebrità di Youtube e simili.

Gli spettatori potranno anche vedere i primi video delle 30 serie web che My Damn Channel sta preparando, con la possibilità di commentare su Youtube, Facebook e Twitter. Lo spettacolo, che si chiamerà My Damn Channel Live, rientra nel programma di nuovi canali originali che sta preparando YouTube ed è un grosso affare per il sito: fino a questo momento Comedy e format di intrattenimento sono andate molto bene sulla piattaforma, ma non hanno ancora decifrato il segreto del successo della programmazione live. Questo è uno dei motivi per cui un visitatore spende solo 15 minuti al giorno su YouTube rispetto alle ore che si passano davanti alla tv.

Lo spettacolo sarà trasmesso tutti i giorni all’una del pomeriggio e durerà circa un’ora: gli spettatori potranno recuperare gli episodi immediatamente dopo la fine dello show e saranno preparate anche piccole clip per chi preferisce ancora la visione di brevi video online. L’iniziativa, oltre a essere una scommessa per YouTube, è anche un affare importante per My Damn Channel: Barnett lo considera come un’occasione di rilancio per l’azienda e ritiene che i tempi per un programma del genere siano maturi vista la disponibilità degli inserzionisti a versare cifre elevate per i video online e la tendenza degli utenti di vedere video più lunghi.